Lavori Pubblici

Per la Cooperativa muratori e cementisti di Ravenna primi 9 mesi con ricavi in crescita del 10,5%

Al.Le.

Le ultime due commesse riguardano un complesso siderurgico in Algeria e un tratto stradale in Namibia

Cmc, Cooperativa muratori e cementisti di Ravenna, ha chiuso i primi 9 mesi dell'anno con ricavi in crescita del 10,5% a 853 milioni di euro (825,8 milioni i ricavi da costruzione). Il Consiglio di amministrazione ha approvato il bilancio consolidato di gruppo al 30 settembre 2015.
L'Ebitda regista un miglioramento del 22,2% a 103,4 milioni con un Ebitda margin del 12,1%. L'utile netto cala da 10,5 a 6,5 milioni. La posizione finanziaria netta rettificata peggiora di 87,5 milioni rispetto a fine 2014 con un indebitamento di 551,6 milioni. L'incremento - spiega la società - è dovuto alla stagionalità dei lavori e all'effetto dell'acquisizione di quote azionarie di un socio di minoranza relative ai progetti in Italia. Il portafoglio ordini è salito a 3,2 miliardi dai 2,9 miliardi di fine anno.

Le nuove acquisizioni della Cooperativa Muratori & Cementisti Cmc Ravenna nel periodo sono cresciute di 67,8 milioni a 1.026,1 milioni di euro, con nuovi contratti sia in Italia che all'estero. La società ha firmato di recente un contratto con la Danieli di Buttrio nell'ambito della costruzione del complesso siderurgico di Jijel, in Algeria. L'importo dei lavori è di circa 20 milioni di dollari e arriverà a impiegare un massimo di 300 persone. In Namibia, Cmc si è aggiudicata i lavori di riabilitazione di un tratto stradale (tra Windhoek e Okahandja) del valore di circa un miliardo di dollari namibiani (circa 72 milioni di euro).


© RIPRODUZIONE RISERVATA