Innovazione e Prodotti

In Calabria l'ospedale alimentato con l'impianto solare «a concentrazione»

Mila Fiordalisi

A Cetraro (Cs) energia fornita da due campi termici e un impianto fotovoltaico

È un campo "solare" a fornire l'energia per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria all'Ospedale di Cetraro, in provincia di Cosenza. La struttura, da pochi giorni, può infatti contare sull'innovativo impianto a concentrazione solare messo a punto da Euroimpianti Sud di Umberto Metallo, l'azienda che si è aggiudicata l'appalto da 400mila euro (più Iva) da parte della Regione Calabria-Asp Cosenza per la progettazione e l'installazione ed anche per le successive attività di manutenzione.

Due le soluzioni in campo: «Turbocaldo» e «Trinum». Con la prima è stato realizzato un mini-campo solare termico a concentrazione da 56 unità, mentre sono 10 le unità utilizzate per il solare termodinamico cogenerativo. Sulla copertura della struttura è stato inoltre installato un impianto fotovoltaico da 5 kWel per fornire ulteriore energia.

«L'impianto solare termico a concentrazione viene impiegato ad integrazione dell'impianto pre-esistente, in termini di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria. Quello solare termodinamico cogenerativo, invece, produrrà energia termica per supportare le richieste di acqua calda ad uso sanitario sull'edificio su cui è collocato (padiglione "B"), ed una produzione elettrica tale da supportare l'intero impianto solare – spiega Umberto Metallo -. L'intero impianto è gestito, anche a distanza, da un sistema di controllo ed automazione per il monitoraggio delle performances e la modifica dei parametri di funzionamento principali». Secondo dati forniti dall'azienda la produzione di energia termica da solare termico è stimata in 920.000 kWh e quella per l'energia elettrica a 27.074 kWh.


© RIPRODUZIONE RISERVATA