Progettazione e Architettura

Concorso città vecchia di Taranto, vince Mate engineering con Spsk project

Mariagrazia Barletta

Aggiudicata ieri la competizione lanciata da Invitalia per la rigenerazione del nucleo storico della città

Sono stati annunciati ieri i nomi dei vincitori del concorso internazionale di idee per la rigenerazione della Città Vecchia di Taranto, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Puglia e Comune di Taranto e attuato da Invitalia. Al primo posto si classifica il team di Mate Società Cooperativa. Il team è composto dai seguenti mandanti: Arch. Francesco Nigro; Spsk - Studio di architettura e ingegneria, arch. Emiliano Auriemma, arch. Carola Clemente, arch. Matteo Giannini, Associazione Professionale; prof. arch. dott. Jose Maria Ezquiaga Domínguez; prof.ssa arch. Paola Eugenia Falini; ing. arch. Maria Cristina Petralla; arch. Daniele Frediani.
Al secondo posto si è piazzato il gruppo di progettisti guidati da Stefano Boeri Architetti, mentre al terzo posto si posiziona il gruppo capitanato da S.B.Arch. Studio Bargone Architetti Associati.

Ai tre premiati viene distribuito un montepremi di 105mila euro (60mila euro vanno al primo classificato, 30mila al secondo e 15mila al terzo).
Due menzioni speciali sono, inoltre, state attribuite a Mario Cucinella Architects «per il valore attribuito al coinvolgimento della cittadinanza nel processo di trasformazione e per la definizione di un solido impianto organizzativo per la sua implementazione» e a Arup & Partners International Limited «per la profondità dell'analisi della pianificazione urbanistica e della stratificazione storica della città».

I team premiati sono stati selezionati tra i 18 partecipanti che avevano superato la fase di preselezione. «Tutte le idee proposte hanno tracciato alcuni scenari possibili per l'isola della Città Vecchia, pensandola come un sistema da vivere pienamente, integrato nella complessità dell'area comunale e tenendo conto dell'evoluzione urbanistica, sociale ed economica e della sua non comune dotazione storica ed ambientale», fa sapere Invitalia con una nota. Il rapporto col mare, la mobilità, la fruizione degli spazi aperti, l'uso della residenzialità pubblica, l'ambiente e l'attrattività sono stati i temi diffusamente affrontati nelle proposte, con l'obiettivo di incrementare la qualità della vita urbana.

Dalle idee presentate il Comune attingerà per delineare un piano degli interventi da realizzare. L'obiettivo del concorso era infatti quello di raccogliere proposte, per poi comporre una strategia di rigenerazione urbana sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale. Ora si prevede una fase di presentazione e discussione di quanto emerso dalle proposte presentate, che passa per una mostra dei progetti ed un primo convegno. Due momenti attraverso i quali la città potrà confrontarsi con le idee generate dal concorso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA