Innovazione e Prodotti

Al via il road show della "biosphera 2.0", la casa-capsula energeticamente autosufficiente

Mila Fiordalisi

È iniziato il viaggio dimostrativo in varie città del prototipo frutto del progetto di Politecnico di Torino DAD, Woodlab Polito, be-eco e da Vallée d'Aoste Structure

Un modulo abitativo energeticamente autonomo. Nato con l'ambizione di divenire un modello scientifico grazie a un tale concentrato di tecnologie da farne un unicum. Facendo leva sul carattere "itinerante", in modo da far sperimentare a più persone l'innovativa creatura.

È questo il biglietto da visita di Biosphera 2.0, la casa da 25 mq energeticamente auto-sufficiente, ossia in grado di produrre tutta l'energia necessaria ai propri bisogni, che dal 1° marzo scorso e fino al 1° marzo 2017 sarà allestita in sei diverse location - Courmayeur, Aosta, Milano, Rimini, Torino e Lugano - per testare sul campo la "reazione" a temperature che vanno da -20°C a +40°C tenendo conto di 20 parametri relativi all'involucro - dall'umidità ai campi elettromagnetici fino alle polveri sottili - e alla fisiologia umana delle 24 persone che risiederanno a turno nella piccola abitazione - dalla frequenza cardiaca allo stato emotivo, grazie a un braccialetto elettronico sviluppato dalla società Empatica. Il tutto rendendo le informazioni disponibili online in tempo reale.

Frutto del workshop organizzato dal Politecnico di Torino DAD, dal team Woodlab Polito, dalla start up be-eco e da Vallée d'Aoste Structure, che ha visto coinvolti 100 studenti di architettura e ingegneria di tutta Italia, il modulo - ideato da Aktivhaus - è in grado di garantire, in diverse situazioni ambientali, una temperatura confortevole dell'aria e delle superfici compresa tra i 21°C in inverno e i 25°C in estate. È costruito secondo i protocolli di certificazione e gli standard di efficienza energetica più avanzati al mondo quali Passivhaus e Minergie-P". Biosphera 2.0 è stata infatti ideata secondo i principi della progettazione passiva in mix con l'uso di pannelli fotovoltaici e pompe di calore. In legno l'involucro e gran parte degli arredi e dei complementi d'arredo interni sono realizzati con materie prime e lavorazioni dell'artigianato valdostano di tradizione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA