Innovazione e Prodotti

CasaClima, focus sull'innovazione degli impianti alla fiera che apre oggi a Bolzano

Maria Chiara Voci

Presenti 450 aziende, attesi 40mila visistatori. Realizzata una casa-modello di 60mq. Lezione dell'archistar giapponese Kengo Kuma su edilizia e natura

Dopo l'attenzione spinta verso l'involucro, ora il focus si sposta sugli impianti. Che, all'interno di un edificio efficiente, non possono in alcun modo sopperire alle "mancanze" di un buon isolamento, ma possono invece (e molto) contribuire al miglioramento del comfort. Ad annunciarlo, in occasione di Klimahouse, l'evento organizzato da undici anni da Fiera Bolzano, è CasaClima, l'agenzia provinciale titolare del noto protocollo di certificazione degli edifici e partner naturale dell'appuntamento espositivo.

Il taglio del nastro, per l'edizione numero undici di Klimahouse, è oggi, giovedì 28 gennaio. Fino a domenica 31 gennaio è ricco il calendario di eventi, meeting e congressi, che affiancano i 25mila mq di stand, con 450 aziende presenti per un'attesa di 40mila visitatori. Con importanti prospettive anche per il futuro: grazie alla collaborazione con Messe Frankfurt, Klimahouse sbarcherà a fine maggio all'Ish China di Pechino. Inoltre a fine ottobre, dopo le esperienze vincenti di Klimahouse Umbria, Toscana e Puglia, il format è pronto per una nuova edizione territoriale in Sicilia.

Il successo della fiera va di pari passo con quello del protocollo di certificazione Casaclima. Che, appunto, a Bolzano annuncia importanti novità. Segno visibile e tangibile dell'attenzione sull'aspetto degli impianti è innanzitutto «Insight», la casa-modello (che sopravviverà ai quattro giorni di fiera e sarà visitabile tutto l'anno), dove sono ospitate tutte le più moderne e innovative tecnologie presenti nel campo delle costruzioni. Composto da quattro moduli abitativi, disposti su due livelli per una superficie complessiva di 60 mq, il prototipo racchiuderà sistemi all'avanguardia per il riscaldamento, il raffrescamento, la ventilazione e la domotica e consentirà ai visitatori di compiere un viaggio "sotto la pelle" di un edificio, come all'interno di un corpo umano. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Fiera Bolzano e il lvh.apa (Confartigianato Imprese) ed è supportato da aziende partner CasaClima e la Provincia Autonoma di Bolzano.

«In passato – spiega Stefano Fattor, direttore dell'Agenzia – abbiamo spinto molto sulla qualità dell'involucro, il primo punto da cui partire. Su questo fronte, oggi, abbiamo raggiunto un risultato di eccellenza. Per questo, ora, è tempo di rivolgere l'attenzione anche agli aspetti impiantistici». Durante la fiera, l'Agenzia presenterà il nuovo sigillo di qualità per i sistemi di ventilazione meccanica controllata, prendendo in esame diversi aspetti dal recupero di calore al consumo di energia, dai livelli di rumore alla qualità dei filtri. Sarà, inoltre, lanciato CasaClima Monitor, un dispositivo di facile impiego, che permette la registrazione sistematica dei flussi di energia elettrica e termica e consente così di monitorare gli impianti presenti in un fabbricato e le condizioni di comfort. Grazie a CasaClima Monitor possono esser individuati miglioramenti nella costruzione e si può incoraggiare e favorire un comportamento più risparmioso degli utenti.

Per ciò che riguarda gli eventi, fra gli appuntamenti di maggior interesse spicca l'incontro sul «Flowing Knowledges», che sarà aperto oggi pomeriggio da una lettura dell'architetto giapponese Kengo Kuma, sulla riconciliazione fra l'edilizia e i ritmi della natura. Ospite d'eccezione al congresso «Costruire con intelligenza» di domani, venerdì 29, e sabato 30 gennaio saranno Thomas Auer, professore dell'Università di Monaco e fra i più autorevoli esperti mondiali di Building Technology and Climate Responsive Design, che farà un bilancio sull'impegno dell'Ue per la riduzione del riscaldamento terrestre, e Carlo Ratti, architetto e direttore al Mit di Boston del «Senseable City Laboratory».


© RIPRODUZIONE RISERVATA