Innovazione e Prodotti

Progettazione, le software house italiane puntano sul Bim: il punto su tutte le novità

Mila Fiordalisi

Acca scommette sui render 3D integrabili, da Str una soluzione che allega al modello 3D le informazioni relative a strumenti, attrezzature, risorse umane

Spingono l'acceleratore sul Bim le software house italiane che stanno via via perfezionando le proprie suite arricchendole di nuove funzionalità e di strumenti sempre più sofisticati, per venire incontro alle esigenze dei progettisti ma anche delle imprese di costruzioni e dei produttori di materiali.

Acca Software ha appena svelato Edificius Rtbim, il primo software di rendering che integra rendering real time e Bim per produrre render fotorealistici di architettura in tempo reale mentre si progetta in modalità Bim. Per la prima volta si integrano dinamicamente rendering 3D real time e Bim: i render fotorealistici non sono più solo un modo per presentare il progetto architettonico, ma diventano il supporto alla progettazione per la scelta di materiali, oggetti, luci. Integra l'input architettonico con gli aspetti ingegneristici la versione numero 7 di Bim Edificius, sempre di Acca Software. La piattaforma consente l'interazione fra le varie componenti disponibili: è possibile infatti far «parlare» fra loro Primus (la suite per il computo metrico), Edilus (calcolo strutturale), Termus (calcolo del fabbisogno energetico), Mantus-P (piano di manutenzione dell'opera), Certus (sicurezza cantiere), Impiantus (progettazione impianti).

Si dà al Bim anche Str che con Vision Cpm - modulo per la progettazione, programmazione e direzione lavori e gestione del cantiere – adotta il Bim facendo leva sullo standard Ifc. In dettaglio, Str Vision Cpm permette di integrare il modello 3D con le informazioni relative a strumenti, attrezzature, risorse umane, assicurando il controllo e la gestione delle informazioni tecniche ed economiche in tutte le fasi di esecuzione. I nuovi moduli permettono di interoperare tramite Ifc con Autodesk Revit, Nemetschek Allplan, Tekla Structures. Inoltre è possibile portare il Bim in cantiere per la raccolta di informazioni (libretto misure, rapportini di lavoro).

È in grado di estendere le funzionalità di qualsiasi versione di Sismicad (il software di calcolo strutturale per la progettazione in chiave antisismica) alle logiche del Bim il «modulo» Integrazione Bim di Concrete Structural Engineering Software che sarà disponibile sul mercato a partire dal prossimo mese di dicembre. In dettaglio, la soluzione consente l'importazione della geometria strutturale attraverso lo standard Ifc e di riconoscere alcuni elementi strutturali trasformandoli in elementi nativi di Sismicad in modo da avere già un input pronto.

Novità anche da parte dei grandi player internazionali. Autodesk ha appena annunciato nuovi updates alla piattaforma Revit con l'obiettivo di migliorare performance e scalabilità.
Allplan ha integrato nella versione 2016 della propria piattaforma Engineering il motore di modellazione 3D Parasolid di Siemens che consente maggiore libertà nella modellazione di volumi e superfici e quindi risulta particolarmente indicato per la progettazione di edifici innovativi. Si tratta in sostanza di un «motore» 3D per la modellazione di precisione. Inoltre, il nuovo strumento di navigazione degli oggetti (Object Navigator) semplifica notevolmente le attività nell'ambito del modello Bim di Allplan. 2Si-Software e Servizi per l'Ingegneria continua ad aggiornare Pro_Sap – giunto alla versione 2016 - il software per la progettazione in cemento armato, acciaio, muratura, legno, Xlam, travi reticolari miste, pareti estese debolmente armate, rinforzi in Frp. La nuova versione legge e scrive i file di interscambio con formato Ifc e l'azienda lavora al progressivo aggiornamento della suite con nuove funzionalità e strumenti sempre più dettagliati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA