Lavori Pubblici

Cassa depositi, prestiti per 700 milioni alle infrastrutture in Sardegna e Friuli

A.A.

Alla Regione sarda 550 milioni per opere idriche e anti-dissesto, strade, scuole - Ad Autovie venete (autostrada controllata dalla regione) 150 milioni per due lotti della terza corsia A4

Il consiglio di amministrazione di Cassa Depositi e prestiti, riunitosi il 27 maggio sotto la presidenza di Franco Bassanini, ha deliberato la concessione di finanziamenti per un totale di 850 milioni di euro, a due soli beneficiari, la Regione Sardegna e la concessionaria autostradale Autovie venete (controllata all'86% dalla Regione Friuli Venezia Giulia), di cui 700 milioni per interventi infrastrutturali.

Si tratta di:

1) un finanziamento da 700 milioni di euro alla Regione Sardegna, finalizzato per 550 milioni alla realizzazione di opere di competenza e interesse regionale. In particolare, le somme saranno destinate, fra l'altro, alla realizzazione di interventi sulle infrastrutture del servizio idrico e di mitigazione del rischio idrogeologico, interventi di edilizia scolastica, universitaria e residenziale, e interventi nel settore della viabilità.Approfondisci

2) un finanziamento da 150 milioni di euro ad Autovie venete Spa per la copertura degli investimenti relativi alla realizzazione del terzo lotto Alvisopoli - Gonars e della variante alla S.S. 352. Il progetto è fra i primi che l'Italia candiderà a beneficiare della garanzia dell'European Plan for Strategic Investments (Piano Juncker). L'asse autostradale di cui fa parte la rete gestita da Autovie venete riveste un ruolo rilevante, in quanto inserito nella rete europea dei trasporti (Ten – T), e parte del cosiddetto "Corridoio V", teso a collegare Lisbona con Kiev. Approfondisci


© RIPRODUZIONE RISERVATA