Lavori Pubblici

Metro C Roma, lettera delle imprese a Delrio: «Opera in stallo e Sal non pagati»

Alessandro Arona

Il general contractor (Astaldi, Vianini e altri): «Per la Colosseo-Venezia finanziamento incompleto e iter al ralenti, oltre Venezia lo stallo» - «Lavori eseguiti e non pagati per oltre 200 milioni»

Il general contractor Metro C Spa torna all'attacco su ritardi e inadempienze che da tempo imputa ai committenti e finanziatori pubblici (Roma Metropolitane per conto di Roma Capitale nel primo caso, Stato, Regione Lazio e Roma Capitale nel secondo).

Il punto sull'opera

Nei giorni scorsi la società di scopo (Astaldi, Vianini Lavori, Ccc, Ansaldo Stc, Cmb) ha inviato al ministro delle Infrastrutture Delrio, al sindaco Marino e al presidente della Regione Lazio Zingaretti una lettera nella quale si segnala «l'urgenza di un cambio di passo» al progetto per la linea C della metropolitana di Roma, della quale sono general contractor.
Nella lettera si segnala che per la parte finanziata, Pantano-San Giovanni-Fori Imperiali (Colosseo), costo 2.970 milioni, «Metro C ha completato 21 stazioni su 24, 18,5 km su 21,5», ma poi si denuncia lo stallo dell'opera per la parte successiva, Fori Imperiali-Venezia-Clodio, che costringerà l'impresa a ridurre i ritmi produttivi molto al di sotto delle sue potenzialità e comunque rallenterà i tempi di completamento dell'opera.

In particolare la lettera segnala che - nonostante i 150 milioni stanziati dallo Sblocca Italia e dal Dm attuativo - la tratta Fori Imperiali-Venezia, che ne costa 450, ha ancora un finanziamento incompleto. Ma soprattutto l'iter procede a rilento: «il progetto definitivo» - come richiesto dal Dm Lupi-Padoan ex Sblocca ITalia - «è stato redatto da Metro C e consegnato entro il termine del 15 dicembre 2014», ma «tale progetto è attualmente ancora in fase di istruttoria tecnico-economica da parte di Roma Metropolitane. A valle di tale istruttoria si dovrà procedere co il complesso iter approvativo , che necessita, sulla base delle pregresse esperienze, di almeno 15 mesi per giungere all'inizio dei lavori».

Metro C segnala inoltre che le attività di progettazione oltre piazza Venezia sono sospese da 5 anni per mancanza di finanziamenti.

Metro C ricorda inoltre «il persistente mancato pagamento di ingenti importi che le sono dovuti a fronte di prestazioni certificate e fatturate». Si tratta secondo la società di oltre 200 milioni di euro.

Il punto sulla metro C di Roma

Le precedenti denunce dei costruttori

Le risposte dell'assessore Improta


© RIPRODUZIONE RISERVATA