Lavori Pubblici

Tirrenica, Nencini: «È la volta buona»


Per la Tirrenica «È la volta buona, c'è un protocollo d'intesa firmato da tutti i soggetti in campo, le due Regioni interessate, Lazio e Toscana, il ministero, e la società naturalmente. C'è un cronoprogramma che verrà rispettato. Resta da sciogliere il nodo di Orbetello, che è all'attenzione sia di Autostrade che da parte della Regione Toscana».
Lo ha detto il viceministro ai trasporti Riccardo Nencini parlando a Firenze con i giornalisti ai quali ha illustrato il programma degli investimenti in Toscana sul fronte delle infrastrutture.

Nencini ha sottolineato che «il nuovo progetto rispetto a quello iniziale, costa più o meno la metà. Viene messa in sicurezza e migliorata tutta la parte della vecchia Aurelia, che arriva fino a Grosseto. Da Grosseto Sud a Tarquinia e da Tarquinia a Civitavecchia inizia il pezzo di autostrada. Non è un'opera toscana, ma è di interesse strategico-nazionale perché collega due grandi porti: Livorno e Civitavecchia».
A chi chiedeva delle polemiche sul pedaggio Nencini ha spiegato che «ci sono delle zone aperte, così le definiscono gli esperti di società Autostrade, per chi entra fra i varchi e non paga il pedaggio. Ma soprattutto i residenti non pagheranno il pedaggio per i 5 anni dall'inizio dell'apertura dell'opera. Successivamente la Regione Toscana, attraverso il suo presidente, ha già preso impegni ad utilizzare i fondi Anas in capo alla Regione per consentire di nuovo una piena libertà dal pedaggio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA