Lavori Pubblici

Nel primo trimestre 2015 crescono Ebitda e utile netto

Il Consiglio di Amministrazione di Maire Tecnimont S.p.A. ha esaminato e approvato nei giorni scorsi il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2015: i risultati parlano di una crescita dell'Ebitda 33,5 milioni di euro (+28,3%) e dell'utile netto a 17,1 milioni di euro (+79,6%) rispetto al primo trimestre 2014.
I ricavi del Gruppo Maire Tecnimont ammontano a 347,0 milioni di euro in diminuzione dello 0,9%. Tale variazione, spiega una nota, è principalmente riconducibile alla contrazione dei volumi della Business unit Infrastrutture & Ingegneria civile, in linea con la rifocalizzazione sul core business. Depurando tale effetto si registra un incremento dei ricavi pari a circa €11,1 milioni.
Il Business profit è pari a €53,6 milioni, in aumento del 18,7%.
Il Margine di Business è pari al 15,5%, in incremento di 2,6 punti percentuali.
Il Patrimonio Netto Consolidato ammonta a 92,8 milioni di euro, in leggera diminuzione di 945 mila rispetto al 31 dicembre 2014. La variazione è riconducibile al risultato del periodo, influenzato negativamente dai movimenti della riserva di Cash Flow Hedge degli strumenti di copertura.
Per quanto riguarda la Business unit Technology, Engineering & Construction i ricavi ammontano a 322,5 milioni di euro, in aumento del 3,6%, grazie all'avanzamento delle commesse in portafoglio. Il Business Profit ammonta a 53,9 milioni, in aumento del 26,1%, ed equivale ad un Margine di Business del 16,7%, in incremento di 3 punti percentuali. L'Ebitda ammonta a 35,3 milioni (10,9% sui ricavi), in aumento del 35,2%.
Per quanto riguarda infine l'area delle Infrastrutture e Ingegneria Civile, I ricavi ammontano a 24,5 milioni, in flessione del 37%. Tale variazione è essenzialmente riconducibile alla fase conclusiva di alcune commesse. Il Business Profit è negativo e pari a -0,3 milioni, rispetto a 2,4 milioni. Il Margine di Business è negativo e pari a -1,3%. L'Ebitda è negativo e pari a -1,8 milioni rispetto ad un valore leggermente positivo per 39 mila euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA