Lavori Pubblici

Confartigianato: in 12 mesi persi 96mila posti nei cantieri

È ancora in piena crisi il settore delle costruzioni in Italia. Negli ultimi 12 mesi, tra marzo 2014 e febbraio 2015, la produzione é calata del 5,8% rispetto ai 12 mesi precedenti e ammontano a 96mila i posti di lavoro persi. È quanto rileva Confartigianato secondo cui, l'Europa, invece, nello stesso periodo, mostra un aumento della produzione dell'1,6% mentre nell'Eurozona l'attività delle imprese edili risulta stabile, con un incremento dello 0,4%. In Italia, tra marzo 2014 e febbraio scorso, la produzione delle costruzioni é inferiore del 42,5% rispetto al picco pre crisi del periodo settembre 2007- agosto 2008.

A febbraio scorso, spiega Confartigianato, il valore della produzione é sceso dell'1,3% rispetto a gennaio. Una tendenza negativa simile a quella registrata in Europa, con una flessione dell'1,8% nell'Eurozona e dell'1,2% nell'Ue a 28. In particolare, tra marzo 2014 e febbraio 2015, é la Spagna a manifestare la maggiore crescita della produzione delle costruzioni: + 14,7%, in forte recupero dopo il dimezzamento della produzione registrato tra il 2006 e il 2012. In ripresa anche le aziende edili del Regno Unito con un aumento del 4,3%, seguite da quelle tedesche che registrano una crescita dello 0,4%. Francia in controtendenza con una diminuzione del 4,7%.


© RIPRODUZIONE RISERVATA