Lavori Pubblici

Istat: a gennaio invariato il costo di costruzione degli edifici, + 0,5% rispetto al 2014

Al. Tr.

Aumento tendenziale dell'indice dovuto all'aumento dei costi della manodopera e alla diminuzione di quelli dei materiali


Nel mese di gennaio 2015 l'indice del costo di costruzione di un fabbricato residenziale rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta dello 0,5% nei confronti di gennaio 2014. Lo comunica l'Istat, precisando che - a partire dai dati riferiti a gennaio 2015 - gli indici dei costi di costruzione di un fabbricato residenziale (e di tronchi stradali) sono calcolati utilizzando il mese di dicembre 2014 come base di calcolo e l'anno 2010 come base di riferimento.

Clicca qui per scaricare il comunicato

A gennaio 2015 il contributo all'aumento tendenziale dell'indice del costo di costruzione di un fabbricato residenziale, spiega il comunicato, deriva dall'aumento del gruppo di costo della mano d'opera (+0,6 punti percentuali) e dalla diminuzione dei materiali (-0,1 punti percentuali).
Nel mese di gennaio 2015, rispetto al mese precedente, gli indici per gruppo di costo dei materiali e dei trasporti aumentano dello 0,1%, mentre quelli della mano d'opera e dei noli diminuiscono rispettivamente dello 0,1% e dello 0,4%.
Rispetto allo stesso mese del 2014, poi, i costi per la mano d'opera aumentano dello 0,9%, quelli dei noli dello 0,3% e quelli dei trasporti dello 0,2%; i prezzi dei materiali diminuiscono dello 0,2%.
La nota rileva anche l'indice del costo di costruzione di un tronco stradale con tratto in galleria, che diminuisce dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell'1,1% rispetto allo stesso mese del 2014; l'indice senza tratto in galleria rimane invariato rispetto al mese precedente e diminuisce dell'1,1% rispetto allo stesso mese del 2014.


© RIPRODUZIONE RISERVATA