Lavori Pubblici

Polonia, a Toto la superstrada Poznan-Breslavia da 123 milioni

Al. Le.

La società abruzzese, in Ati con Vianini, ha vinto il cantiere stradale lungo 16 chilometri e della durata di due anni

Commessa polacca per la Toto costruzioni. La società abruzzese realizzerà un tratto della superstrada S5 Poznan - Breslavia. Al bando internazionale hanno partecipato 12 grandi gruppi, due dei quali italiani.
Con un'offerta di circa 123 milioni di euro (529 milioni di zloty), la società guidata da Alfonso Toto si è aggiudicata l'appalto promosso dalla Direzione Generale per le Strade e Autostrade della Polonia (GDDKiA). Un importante lavoro che impegnerà la Toto per due anni: alla fine del 2017 l'opera dovrà essere terminata.

La superstrada S5 è una delle infrastrutture che il governo polacco sta potenziando. La Toto, con l'associata Vianini Lavori Spa, realizzerà i sedici chilometri della tratta Poznan-Wronczyn. Uno snodo vitale per la futura viabilità del Paese europeo, perché metterà in collegamento la S5, che taglia la Polonia da Nord a Sud, con l'A2, la grande autostrada, in fase di ultimazione, che attraversa il Paese da Est a Ovest, collegando Germania e Bielorussia sulla Strada Europea E30. L'importante svincolo tra le due arterie (nodo Gluchowo) permetterà inoltre di ridurre gli attuali volumi di traffico delle vecchie strade che attraversano i centri abitati nei dintorni di Poznan, con tutti i problemi che ne conseguono per i residenti. Il progetto prevede complessivamente 17 grandi opere, tra cui viadotti e ponti in calcestruzzo e in acciaio.

«Per noi è la prima importante gara vinta in Polonia – ha sottolineato Alfonso Toto, presidente e Ad dell'impresa italiana -. Da tempo ormai guardiamo a quest'area e l'Europa Orientale rappresenta un mercato molto interessante, in virtù dello sviluppo rapido che sta conoscendo nel campo infrastrutturale».

«In quest'ottica, la Polonia rappresenta una realtà privilegiata. Sta crescendo molto, – ha aggiunto Toto - ma soprattutto ha avviato un lungimirante piano d'infrastrutture che sta portando avanti con coerenza, regole chiare e trasparenti. E noi siamo presenti con uffici da poco inaugurati a Varsavia, dove opereremo sia con nostri tecnici che con personale locale. Il mercato del lavoro polacco offre infatti una manodopera assai qualificata, abbinata a un'offerta di tecnici di tutto valore, che insieme ai nostri formeranno la nostra squadra».
Quella appena inaugurata a Varsavia è la seconda struttura estera che la Toto Costruzioni Generali ha aperto negli ultimi anni. Da tempo opera, infatti, con propri uffici a Dubai.

«Stiamo consolidando la nostra vocazione di player internazionale. Guardiamo con attenzione alle opportunità che si aprono in diversi mercati. Non trascurando l'Italia. Come già comunicato, nei prossimi mesi avvieremo un grande cantiere in Sicilia per la costruzione di una nuova ferrovia. E' un'opera dal valore di 300 milioni realizzata per conto delle Ferrovie Italiane e prevede una serie di interventi speciali come la costruzione di una nuova stazione sotterranea e gallerie che realizzeremo con due nuove TBM, sul modello sperimentato con successo nella variante di Valico. Stiamo per partire, a La Spezia, con un importante intervento Anas, un commessa da 120 milioni. Mentre sempre in Sicilia per il Consorzio Autostrade stiamo progettando e realizzando una delicata opera di risanamento di un grande viadotto da 45 milioni».
La gara polacca vinta dalla Toto, dopo le rituali verifiche delle offerte, si concluderà con la firma del contratto per la fine di marzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA