Lavori Pubblici

Ponza: 31 rinvii a giudizio per falso, abuso d'ufficio e turbativa d'asta

Trentuno rinvii a giudizio sono stati decisi dal gup del Tribunale di Latina Nicola Iansiti a seguito dell'inchiesta sugli appalti pilotati al Comune di Ponza. Alla sbarra, per la prima udienza fissata per il 19 maggio 2015, l'ex sindaco Pompeo Porzio ed altre trenta persone tra imprenditori ed ex amministratori dell'isola accusati a vario titolo di abuso d'ufficio, falso, truffa e turbativa d'asta.

Agli imputati viene contestato un sistema di affidamenti illeciti disposti da politici a favore sempre degli stessi imprenditori: si va dagli appalti per la pubblica illuminazione a quelli per i condizionatori passando per le consulenze e per gli appalti per la sicurezza. Il giro di affari aveva un valore di diversi milioni di euro. L'attuale sindaco Piero Vigorelli ha deciso di far costituire il Comune parte civile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA