Lavori Pubblici

Reti elettriche sicure, al via progetti Enea con Selex e partner Ue

Rafforzare la sicurezza e la capacità di risposta delle infrastrutture di rete alle criticità provocate da eventi naturali, da guasti, errori umani, ma anche cyber attacchi. E' l'obiettivo al quale sta lavorando l'Enea con alcuni gestori di rete europei, il Tso norvegese Lyse, istituti di ricerca e università straniere e operatori delle reti elettriche, idriche e delle tlc di Israele. Per l'Italia il partner è la Selex del Gruppo Finmeccanica.
I risultati ottenuti ad oggi per rendere disponibile ai gestori di infrastrutture ‘critiche' – come reti elettriche, del gas o di tlc- ma anche delle amministrazioni locali e la Protezione civile un Dss, Decision support system, ovvero un sistema di monitoraggio continuo e di supporto alle decisioni in caso di crisi, sono stati presentati in un workshop all'Enea a Roma al quale hanno partecipato esperti delle Università di Coimbra, del Surrey, di Roma Tre.
«A fronte di evento naturale avverso, di guasti o anche di attacchi informatici, il buon funzionamento e la capacità di gestione dell'evento sono fondamentali per non mandare in tilt tutto il sistema. Inoltre, l'ingente produzione da fonti rinnovabili e l'evoluzione verso le smart grids rendono più ‘vulnerabile' il sistema. Da qui –spiega il ricercatore Enea Michele Minichino- l''importanza di sistemi avanzati per ridurre i rischi e ottimizzare l'efficienza delle reti e degli Scada (Supervision And Data Acquisition) che sono il ‘sistema nervoso' delle infrastrutture».
Nello specifico, l'Enea sta realizzando un centro di simulazione distribuito tra la Casaccia (Roma), Palermo e Bari dove sarà possibile rappresentare ed eseguire scenari di pianificazione e di esercizio di reti elettriche attive (con generazione distribuita e sistemi di accumulo), rete idrica, rete del gas. Le attività in questo settore sono iniziate diversi anni fa con il progetto europeo Micie e stanno proseguendo con il nuovo progetto, CockpitCI incentrato sulla cyber security: l'obiettivo è il rilevamento precoce, l'analisi e la mitigazione degli attacchi informatici al fine di migliorare l'efficienza, la resilienza e la QoS delle CI e di mitigare disastrosi effetti domino (www.cockpitci.eu ).
Il modello sviluppato da ENEA è anche elemento fondante del progetto Pon Miur Sinergreen (http://sinergreen.cdc.unict.it/index.php/it/ ) che l'Agenzia sta conducendo in Sicilia, nell'ambito settoriale renewable energy & smart cities.
Per maggiori informazioni sul progetto CockpitCI, per l'efficienza e la sicurezza delle reti elettriche clicca qui


© RIPRODUZIONE RISERVATA