Lavori Pubblici

Piano Poste, investimenti infrastrutturali per tre miliardi e 8mila assunzioni

Decolla Poste 2020, il nuovo piano strategico approvato oggi dal gruppo, che punta a crescita e
innovazione. Ad annunciarlo l'ad del gruppo Poste Francesco Caio indicando l'obiettivo di un fatturato in aumento a 30 miliardi di euro e di investimenti per circa 3 miliardi di euro in infrastrutture e piattaforme digitali per l'innovazione dell'offerta, di cui 500 milioni per la riqualificazione e la sicurezza degli uffici portali.

Poste Italiane prevede inoltre 8000 assunzioni nei prossimi 5 anni e la riqualificazione di altri 7000 dipendenti «per rispondere alle mutuate esigenze del mercato».

L'obiettivo fissato dal piano vede anche una crescita della redditività, un'inversione di tendenza dopo la flessione iniziata nel 2010. «E' un piano di crescita e investimenti -ha detto Caio- in
persone e tecnologia per un'azienda più trasparente e competitiva al servizio del Paese. Siamo in una transizione dall'economia tradizionale verso l'economia digitale e le Poste vogliono
accompagnare famiglie e imprese verso questa nuova economia per sviluppo e crescita». «Puntiamo - ha concluso l'ad di Poste - a un fatturato di 30 miliardi di euro e una redditività in crescita dopo la flessione che si è registrata in questi ultimi anni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA