Lavori Pubblici

Otto per mille all'edilizia scolastica, domande di finanziamento entro il 15 dicembre

Alessia Tripodi

In Gazzetta il Dpr che mette le scuole tra i beneficiari del bonus - Le istruzioni operative per ottenere i fondi necessari agli interventi sugli edifici

Otto per mille all'edilizia scolastica, scade il 15 dicembre il termine per chiedere l'accesso ai fondi per gli interventi di ristrutturazione e messa in sicurezza degli istituti. E' stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale il Dpr del 17 novembre 2014 che recepisce il regolamento attuativo della legge di Stabilità 2014 - con il quale si inseriscono le scuole tra i possibili destinatari da indicare già nella prossima dichiarazione dei redditi - e che fissa la scadenza per la presentazione delle domande di finanziamento da parte degli enti locali.

Le novità
La legge di Stabilità ha aggiunto l'edilizia scolastica alle altre quattro tipologie di beneficiari già previste (fame nel mondo, calamità naturali, assistenza ai rifugiati, conservazione di beni culturali) e con il regolamento attuativo (clicca qui ) ha definito i possibili ambiti di finanziamento: gli interventi per i quali si potrà chiedere il contributo dovranno riguardare immobili destinati all'istruzione scolastica, esclusivamente di proprietà dello Stato e degli enti locali, e diretti alla ristrutturazione, al miglioramento, alla messa in sicurezza, all'adeguamento antisismico ed all'efficientamento energetico degli edifici scolastici. Nel testo sono indicati i criteri di ammissibilità degli interventi stessi, che riguardano essenzialmente, oltre all'eccezionalità,necessità ed urgenza, il principio della concentrazione, "volto ad evitare la dispersione di risorse".

Come presentare le domande
Al testo approdato in Gazzetta sono allegati anche i moduli per l'invio delle richieste (clicca qui ) e le relative istruzioni per la compilazione (clicca qui ). L'ente richiedente dovrà fornire indicazioni sullo stato dell'edificio scolastico, descrivere le caratteristiche e gli obiettivi dell'intervento, anche fornendo dettagli sul livello di progettazione, e dichiarare che per lo stesso intervento non sono stati già richiesti altri contributi. Nella richiesta di finanziamento sarà necessario indicare il costo totale dell'interventi, suddiviso nelle principali voci di spesa.
Le domande così compilate posso essere inviate:
- per posta ordinaria alla Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per il coordinamento amministrativo – presso Ufficio accettazione corrispondenza di Palazzo Chigi – Piazza Colonna 370 – 00187 Roma, indicando sulla busta "Istanza otto per mille edilizia scolastica 2014";
-oppure per posta elettronica certificata all'indirizzo ufcam.dica@pec.governo.it , indicando nel soggetto della mail " Istanza otto per mille edilizia scolastica 2014 – Ente richiedente e oggetto della richiesta di contributo".


© RIPRODUZIONE RISERVATA