Lavori Pubblici

Emilia Romagna, crollo del volume d'affari nel terzo trimestre: -6,7%

«È allarme per una crisi senza fine nel settore delle costruzioni». Lo lancia Unioncamere segnalando «un nuovo pesante crollo» del comparto in Emilia-Romagna nel terzo trimestre del 2014. Infatti, il volume d'affari affonda: -6,7% e sono colpite imprese di tutte le dimensioni. In un anno poi ne sono scomparse 1.669, Per la gran parte ditte individuali.
Lo scenario emerge dall'indagine sulla congiuntura delle costruzioni realizzata tra camere di commercio, Unioncamere Emilia-Romagna e Unioncamere.
Il crollo del volume d'affari a prezzi correnti del 6,7%rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, è «una contrazione tra le più ampie mai sperimentate e ben maggiore di quella del trimestre precedente (-3%), che aveva fatto sperare in un contenimento». Cosa sta succendendo? «Manca la domanda e il credito non è disponibile», dice Unioncamere a cui risulta che il 47% delle imprese rileva un volume d'affari in calo rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Era andata peggio solo nel primo trimestre del 2012. Il crollo poi colpisce le imprese di tutte le dimensioni, senza sostanziali differenze e non consola che la tendenza sia peggiore a livello nazionale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA