Lavori Pubblici

Diga da 260 milioni in Turchia per Salini Impregilo

Il gruppo Salini Impregilo con una quota dell'85%, insieme alla società locale Ntf, si aggiudica il contratto per la realizzazione delle opere civili relative all'impianto idroelettrico «Cetin» sul fiume Botan, un affluente del Tigri, nella parte sud-est della Turchia. Lo comunica la società in una nota, precisando che il valore del contratto è pari a 260 milioni di euro e prevede la costruzione di una diga in roccia con nucleo asfaltico alta 145 metri con un volume di 11,5 milioni mc, opere di presa, tunnel sforatore e centrale all'aperto per una potenza istallata di 400 MW e 1100 MWh/anno. Cetin, aggiunge la nota, «è un progetto sostenibile, in grado di fornire energia pulita alla Turchia e all'Europa creando posti di lavoro e sviluppo locale».
Salini Impregilo è attivo da molti anni in Turchia, dove attualmente è impegnato nella realizzazione di un tratto dell'alta velocità Ankara-Istanbul e del Campus Ospedaliero di Gaziantep.


© RIPRODUZIONE RISERVATA