Progettazione e Architettura

L'impresa Sac vince l'appalto per il museo della Shoah a Roma

M.Fr.

Aggiudicazione provvisoria al raggruppamento guidato da Sac con Alfredo Cecchini Srl. Seconda classificata Cmb

Nuova importante tappa per il museo della Shoah a Roma, che sarà realizzato a Villa Torlonia. Al termine della procedura di aggiudicazione provvisoria è stata selezionato il raggruppamento di imprese guidato da Sac con Alfredo Cecchini Srl. L'impresa di Roma Sac - che fa capo alla famiglia Cerasi - ha realizzato tra le altre cose il Teatro dell'Opera di Firenze, opera per la quale ha ritirato recentemente il premio In/Arch-Ance.

Il museo della Shoah, progettato dagli architetti Giorgio Maria Tamburini e Luca Zevi, ha avuto un iter travagliato. Oltre ai problemi economici - l'opera è finanziata dal Comune di Roma - a un certo punto è stata anche messa in discussione la localizzazione individuata in un area di Villa Torlonia. Area ovviamente carica di significato per il fatto di essere stata la residenza di Benito Mussolini. Il bando di lavori - per un importo di circa 18 milioni - era stato mandato in gara nel maggio del 2013 (link all'articolo ).

In base al progetto Zevi-Tamburini il museo avrà otto piani (di cui quattro interrati) sviluppati su una superficie di oltre 3mila mq, vicina alle uniche catacombe ebraiche.

Gallery del progetto (link )

L'autore del progetto. Luca Zevi, 65 anni, figlio d'arte, è architetto e urbanista, lavora e vive a Roma. Lega il suo nome all'Istituto Nazionale di Architettura e oggi è presidente dell'Inarch Lazio. È stato curatore del del padiglione italiano dell Biennale diretta da David Chipperfield nel 2012 dove ha cercato di mettere in campo la sua duplice anima di progettista e critico. Zevi nella sua attività professionale si è concentrato su tre temi principali: l'architettura della memoria, le infrastrutture e il loro rapporto con il paesaggio, la città a misura di bambino.

Zevi ha lavorato alla rivitalizzazione di vari centri storici italiani e al restauro di edifici antichi. A Roma ha realizzato il Memoriale ai caduti del bombardamento di San Lorenzo del 1943 e è progettista del Museo Nazionale della Shoah. Per il Ministero degli Esteri ha contribuito a progetti di sviluppo in Albania e El Salvador. Ha diretto il Manuale del Restauro Architettonico (2001) e il Nuovissimo Manuale dell'Architetto (2003). Ha insegnato nelle università di Roma e Reggio Calabria


© RIPRODUZIONE RISERVATA