Lavori Pubblici

Conclusa missione «follow up» dell'Ance in Bulgaria

Incrementare la quota di mercato delle piccole e medie aziende italiane delle costruzioni in Bulgaria e nell'Est Europa. Questo l'obiettivo della missione di follow up, iniziata lunedì, del presidente del Gruppo Pmi Internazionale Ance-Associazione nazionale costruttori edili, Gerardo Biancofiore, che si conclude oggi a Sofia.
Nel corso della missione, Biancofiore, insieme con il presidente di Confindustria Bulgaria, Pietro Luigi Ghia, ha incontrato i rappresentanti del governo e delle imprese di costruzioni locali, con l'obiettivo di sostenere partnership tra imprese italiane e bulgare e creare i presupposti per l'acquisizione di commesse delle aziende associate. Già a giugno, una delegazione di più di cinquanta imprese ha partecipato alla missione imprenditoriale organizzata in collaborazione con il ministero degli Affari Esteri, il ministero dello Sviluppo Economico, con il supporto dell'Ambasciata d'Italia, l'Agenzia Ita (ex Ice), Confindustria Bulgaria e la Camera Bulgara dei Costruttori.
«Questa missione - dichiara il presidente del Gruppo Pmi Internazionale dell'Ance, Gerardo Biancofiore - rientra nell'ambito del nostro programma di attività a supporto dell'internazionalizzazione dei nostri associati, che è fatto di missioni preparatorie e di follow up oltre che delle classiche missioni commerciali. Puntiamo a internazionalizzare le aziende con una strategia che le accompagni per mano nei mercati prescelti».

«I risultati che potranno scaturire - sottolinea - sono particolarmente importanti, perché la Bulgaria collega gran parte del suo sviluppo futuro all'utilizzo dei fondi comunitari e i finanziamenti a disposizione del settore infrastrutturale per il periodo 2014-2020 riguarderanno il completamento delle reti stradale, ferroviaria, fluviale, marittima e il trasporto intermodale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA