Lavori Pubblici

Buzzetti (Ance): «Fuori dal Patto le opere anti-dissesto»

Escludere dal Patto di stabilità le spese per un grande piano di messa in sicurezza del territorio, sempre più necessario e urgente per restituire al Paese la fiducia nelle istituzioni e nella capacità del tessuto imprenditoriale di fare cose utili per l'intera collettività. E' questo l'appello che lancia con forza il Presidente dell'Ance, Paolo Buzzetti, in un ampio intervento pubblicato oggi sulle pagine del Sole 24 Ore.
A pochi giorni di distanza dalla tragedia di Genova Buzzetti ricorda come l'Ance avesse già individuato, nel 2009, quasi duemila progetti di piccole e medie opere sul territorio, tra cui la scopertura del Bisagno, e proprio grazie al pressing dell'Associazione fossero stati stanziati oltre due miliardi per la riduzione del rischio idrogeologico.
Di fronte all'immobilismo decisionale e all'abbandono della manutenzione di questi anni, l'Ance ha nuovamente reagito, sottolinea il Presidente dei costruttori, con un'azione incessante in cui ha coinvolto professionisti della filiera, ambientalisti e società civile, che ha portato tra l'altro alla realizzazione del web documentario di proposte e denuncia #dissestoitalia.
Ma a questo punto bisogna fare un ulteriore salto in avanti: invece di aspettare altri morti e danni bisogna investire in prevenzione, escludendola dai vincoli europei. Su questo si gioca la capacità del Paese di tutelare i suoi cittadini e il recupero della sua credibilità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA