Lavori Pubblici

Risveglio ad agosto per la produzione nei cantieri: +6,0% rispetto a luglio

Massimo Frontera

Ma rispetto ad agosto 2013 c'è stato un calo di produzione del 4,2 per cento. Il confronto tra i primi otto mesi dell'anno conferma una perdita di produzione del 6,4%

Risveglio d'agosto per la produzione nei cantieri. Secondo l'Istat, l'attività edilizia ha fatto un balzo del 6,0% rispetto a luglio 2014 ma evidenzia comunque una perdita del 4,2% rispetto al mese di agosto del 2013. Nella media del trimestre giugno-agosto l'indice è diminuito dell'1,9% rispetto ai tre mesi precedenti.

L'indice corretto per gli effetti di calendario ad agosto 2014 è diminuito in termini tendenziali del 4,2% (i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 21 di agosto 2013). Nella media dei primi otto mesi dell'anno la produzione nelle costruzioni è diminuita del 6,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

L'istat precisa inoltre che - sempre ad agosto 2014 - l'indice grezzo ha segnato un calo tendenziale del 7,5% rispetto allo stesso mese del 2013. Nella media dei primi otto mesi dell'anno la produzione è diminuita del 7,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Europa in controtendenza
Il settore delle costruzioni nella zona euro ha registrato un incremento delle attività dell'1,5%
ad agosto rispetto a luglio. Lo segnala l'Eurostat nel comunicato diffuso oggi, precisando che però su base annua le attività del settore sono diminuite dello 0,3%. Nell'Ue si registrano tendenze simili, con un incremento ad agosto su base mensile dello 0,5% e un calo su base annuale dello 0,8%.
Tra gli stati Ue di cui sono disponibili dati aggiornati, la Spagna è quello con il maggiore incremento congiunturale ad agosto (+2,7% rispetto a luglio), seguita da Romania (2,5%) e Francia (2,4%). Le riduzioni più cospicue delle attività si sono registrate in Gran Bretagna (-3,2%), Germania (-2%), Polonia (-1,8%) e Slovenia (-1,8%).

Scarica il comunicato Istat riferito ad agosto 2014 e diffuso il 17 ottobre (link )
Scarica la serie storica diffusa dall'Istat il 17 ottobre (link )
Scarica il comunicato Eurostat diffuso il 17 ottobre (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA