Lavori Pubblici

Ricerca e innovazione al centro del 50° Saie di Bologna

"La ripartenza delle costruzioni passa dalla capacità dell'industria italiana dell'edilizia di saper utilizzare le grandi potenzialità della ricerca e dell'innovazione esistente e disponibile. Esiste un gap rilevante tra chi studia e crea soluzioni e il mercato, ovvero gli operatori, siano essi progettisti, imprese o tecnici". Così il presidente di BolognaFiere, Duccio Campagnoli, ha presentato il programma dell'edizione dei 50 anni del Saie, la principale manifestazione fieristica italiana dedicata all'edilizia, evidenziando la grande attenzione al tema della ricerca e dell'innovazione.

"E' questo gap che il Saie - avverte - vuole contribuire a colmare attraverso quella che è una vera e propria piattaforma della conoscenza applicata, che verrà messa a disposizione del settore delle costruzioni, ovvero di tutti i suoi attori, dal 22 al 25 ottobre prossimo".

"Una piattaforma a sostegno di un'agenda di cose da fare - spiega - che sottoporremo al governo e ai rappresentanti delle istituzioni, delle forze politiche e del sistema delle costruzioni in un vero e proprio Forum di eccellenza che attraverserà l'intera manifestazione.
Per quattro giorni a Bologna si metteranno a fuoco i nodi da sciogliere e le soluzioni per far ripartire l'edilizia e l'economia".

"Mai come in questo momento così difficile - ricorda Campagnoli - la nostra fiera può dare un contributo importante agli operatori dell'edilizia, offrendo soluzioni concrete e risposte innovative alle esigenze di un mercato in profonda trasformazione che richiede aggiornamento continuo e
massima attenzione alla proposta tecnologica".

"La lunga crisi che sta attraversando il settore - commenta - si riflette negativamente anche sugli investimenti e sulla spesa in ricerca e sviluppo, ridottasi in un solo anno del 23,5%. Essenziale è riportare invece l'attenzione sulle potenzialità della nostra industria delle costruzioni e favorire una forte integrazione tra ricerca pubblica e privata, evidenziando le applicazioni e le soluzioni concrete".


© RIPRODUZIONE RISERVATA