Lavori Pubblici

Ospedale di Monopoli, gara da 80 milioni entro l'estate 2015

Firmato in Puglia il disciplinare tra Regione e Asl di Bari per la realizzazione de nuovo ospedale di Monopoli-fasano, intervento da 80 milioni di euro finanziato con i fondi Fsc. La gara d'appalto è prevista per l'estate prossima, l'aggiudicazione per la fine del 2015, la cantierizzazione alla fine del 2016.

«Oggi abbiamo firmato un secondo disciplinare, relativo al nuovo ospedale di Monopoli-Fasano, che segue quello dell'ospedale di Taranto. Lavoriamo perché questi disciplinari ci consentano di avviare lavori che non durino vent'anni, come accadeva in passato», ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, intervenendo insieme all'assessore alla Sanità, Donato Pentassuglia, alla sottoscrizione del disciplinare con la Asl Bari per avviare le procedure di gara del nuovo nosocomio di Monopoli-Fasano finanziato per 80 milioni di euro dal Fondo Sviluppo e
Coesione 2007-2013, nell'ambito dell'Accordo di programma quadro 'Benessere e Salute'.

Si tratterà di un ospedale intermedio con almeno 300 posti letto e tutte le principali discipline mediche e chirurgiche, con le relative terapie intensive e servizi ambulatoriali e diagnostici di supporto. L'area individuata in via definitiva di concerto con il Comune di Monopoli si trova lungo la Statale 16 bis, in un punto intermedio tra Monopoli e Fasano, anche facilmente raggiungibile dai primi comuni della Valle d'Itria. I primi fondi impegnati, pari a 2,5 milioni di euro, finanzieranno tutte le attività di progettazione preliminare e definitiva nonché la progettazione clinico-gestionale.
L'obiettivo è quello di arrivare alla approvazione della progettazione e a predisporre la gara per i lavori entro l'estate 2015, per aggiudicare i lavori entro la fine del 2015.
E' stata, inoltre, già fissata per il prossimo 7 ottobre una conferenza di servizi con gli assessorati regionali coinvolti (Salute e Lavori pubblici) e con l'Autorità di bacino, la Asl Bari e il Comune
di Monopoli per definire tutti gli aspetti tecnico-logistici connessi all'area individuata, alle procedure di acquisizione delle aree e alla progettazione degli accessi dalla vicina Statale nonché ai collegamenti ferroviari.
Entro il 31 dicembre 2016 è prevista la cantierizzazione dei lavori, la cui durata programmata è di 3 anni (chiusura dei lavori per il dicembre 2019). A seguire l'acquisizione di tutte le tecnologie e messa in funzione. Sulla base del cronoprogramma approvato entro 6 anni da oggi sarà funzionante.


© RIPRODUZIONE RISERVATA