Lavori Pubblici

Costruzioni, le imprese perdono ancora fiducia nella ripresa

Massimo Frontera

A settembre l'Istat rileva una diminuzione dell'indice rispetto al mese precedente. Peggiorano le attese sull'occupazione

A settembre, peggiora l'indice della fiducia delle imprese di costruzione. Lo dice l'Istat nel comunicato diffuso oggi. L'indice che misura il clima di fiducia delle imprese di costruzione scende infatti a 75,4 rispetto al dato di 76,7 registrato ad agosto. Rimangono stabili (a -48) i giudizi sugli ordini e/o piani di costruzione ma peggiorano lievemente le attese sull'occupazione (da -22 a -23).

Se si guarda all'andamento dell'indice dei primi 9 mesi di quest'anno, si nota che l'indice è tornato circa al livello registrato a marzo (75,7). I successivi due mesi - aprile e maggio - hanno registrato i due livelli peggiori dell'anno (rispettivamente 74,9 e 73,5). Il dato di settembre è il terzo peggiore dell'anno.

In generale, tra agosto e settembre il clima di fiducia ha visto un peggioramento in tutti comparti economici, con rarissime eccezioni. L'attività manifatturiera scende a 95,1 da 95,4 di agosto. Nei raggruppamenti principali di industrie (Rpi) si riscontra un miglioramento per i beni di consumo (da 94,7 a 95,5) e per i beni strumentali (da 95,6 a 96,0) ma un peggioramento per i beni intermedi (da 96,8 a 95,8). Nei servizi si scende in modo deciso a 84,9 da 87,4 di agosto. Notevole salto negativo anche per il commercio al dettaglio, che vede l'indice del clima di fiducia scende nettamente a 92,5 da 97,7 di agosto.

Scarica il testo integrale della nota Istat (link )
Scarica il file con le serie storiche dell'indica di fiducia (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA