Lavori Pubblici

Costruzioni, ad agosto precipita l'indice della fiducia delle imprese

Massimo Frontera

Peggiora nettamente rispetto al luglio scorso il clima di fiducia delle imprese di costruzioni. L'Istat ha infatti rilevato che ad agosto il relativo indice si è attestato a 77 punti rispetto agli 83 del mese precedente (che invece aveva visto un lieve miglioramento su giugno)

Ad agosto peggiora nettamente l'indice del clima di fiducia delle imprese di costruzione, come pure dell'intero comparto industriale e dei servizi. Per quanto riguarda l'edilizia, l'istat ha rilevato che l'indice è scivolato a 77,0 punti rispetto agli 83,0 registrati a luglio. Peggiorano sia i giudizi sugli ordini e/o piani di costruzione (da -45 a -48) sia le attese sull'occupazione (da -14 a -22).

Il trend registrato ad agosto rappresenta un netto peggioramento rispetto al mese di luglio 2014, nel quale l'indice del clima di fiducia delle imprese di costruzione aveva registrato un lieve apprezzamento salendo a 83,2 (poi rettificato a 83,0) da 81,6 di giugno. L'incremento era soprattutto dovuto al miglioramento delle attese sull'occupazione (da -22 a -14), mentre continuavano a peggiorare i giudizi sugli ordini e/o piani di costruzione (da -44 a -45).

Come si diceva, ad agosto le cose vanno male anche per tutti gli altri settori economici. L'indice delle imprese manifatturiere è sceso a 95,7 da 99,1 di luglio. L'analisi del clima di fiducia per raggruppamenti principali di industrie (Rpi) indica peggioramenti per i beni di consumo (da 98,0 a 94,8), per i beni intermedi (da 101,7 a 97,0) e per i beni strumentali (da 97,0 a 95,7).
Nelle imprese dei servizi si scende a 87,5 da 92,3 di luglio. E nel commercio al dettaglio, l'indice è sceso a 98,3 da 101,4 di luglio. La fiducia peggiora sia nella grande distribuzione (da 101,0 a 97,2) sia in quella tradizionale (da 102,7 a 99,3).
Le varie componenti hanno concorso a far scendere l'indice complessivo di agosto a 88,2 punti rispetto ai 90,8 di luglio.

Il comunicato Istat del 28 agosto 2014 (link )
Il comunicato Istat del 28 luglio 2014 (link )
La serie storica (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA