Lavori Pubblici

Scuole, da Assovetro e Ancitel le linee guida per vetri più sicuri

Giuseppe Latour

In vista degli interventi finanziati dal Governo presentato a Roma il «manuale» che offre ai tecnici della Pa standard di progettazione anti rischio

Un pacchetto di linee guida per la progettazione del vetro nell'edilizia scolastica. Sono state presentate lunedì mattina a Roma da Assovetro, l'associazione nazionale degli industriali del vetro e da Ancitel energia e ambiente, la società che realizza progetti e servizi per i Comuni italiani nel settore dell'ambiente. Gli obiettivi e la tempistica sono chiari: l'idea è fornire ai tecnici delle amministrazioni locali uno strumento di pronta utilizzabilità, che possa essere sfruttato da subito, nei progetti e nelle gare che saranno finanziati dagli stanziamenti del Governo.
Nelle linee guida sono trattate tutte le caratteristiche prestazionali del vetro, riservando a ciascuna di queste un approfondimento specifico: sicurezza, resistenza meccanica, prestazioni luminose, prestazioni termiche, assorbimento energetico e stress termico, isolamento acustico, resistenza al fuoco, montaggio, manutenzione, aspetti qualitativi. In base alle indicazioni date dal Miur, il documento sostiene l'utilizzo del cosiddetto «vetro di sicurezza», le cui caratteristiche di rottura sono state modificate tramite lavorazioni di trasformazione, conferendogli la «modalità di rottura sicura», circostanza cioè che esclude frammenti di vetro taglienti in caso di rottura della lastra, riducendo così al minimo il rischio di danni a persone o cose. Oltre alla sicurezza, poi, viene curato l'aspetto del risparmio energetico, attraverso l'indicazione di utilizzare superfici in vetro che garantiscano l'isolamento termico, grazie all'applicazione, sulle lastre di vetro all'interno di una vetrata isolante, di depositi bassoemissivi o selettivi.

«È fondamentale che le scuole italiane siano al più presto ammodernate e riqualificate. Apprezziamo in tal senso lo sforzo del Governo. Adesso è cruciale, però, che le amministrazioni locali comprendano che per rendere le scuole veramente sicure ed efficienti energeticamente si intervenga quanto prima nella sostituzione delle superfici in vetro con prodotti innovativi e di ultima generazione», spiega Gianni Scotti, presidente della sezione produttori di vetro piano di Assovetro. L'attenzione al tema viene confermata da Filippo Bernocchi, delegato Anci per Energia e Rifiuti: «Gli amministratori locali devono affrontare ogni giorno complessi problemi legati alla manutenzione del patrimonio edilizio pubblico oppure alla costruzione di nuove strutture destinate alla collettività. Proprio per queste ragioni è importante che dal mondo dei Comuni provengano la sensibilità, le esperienze e le professionalità che in questo campo sono notevoli. Ben venga, quindi, la collaborazione con il mondo delle Imprese in una trasparente e fattiva azione di cambiamento».

Concretamente, queste linee guida saranno consultabili da subito a beneficio di tecnici degli enti locali, progettisti e direttori dei lavori. Potranno sfruttarle immediatamente per adeguare i loro progetti alle ultime novità tecnologiche e normative, quando si parla di vetro. Per spingere questo cambiamento, poi, Assovetro e Ancitel faranno partire un'attività di formazione e illustrazione delle linee guida, all'interno delle amministrazioni locali. L'obiettivo sono soprattutto i piccoli Comuni, circa 6mila enti sotto i 5mila abitanti che non sono sempre in grado di seguire con attenzione temi come la sicurezza e l'efficienza energetica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA