Lavori Pubblici

Appalti, indagato il commissario al piano carceri Angelo Sinesio

Sono nove gli indagati, tra cui il commissario straordinario al piano carceri Angelo Sinesio, coinvolti negli accertamenti della procura di Roma che questa mattina ha disposto alcune perquisizioni al Dap e presso l'ufficio dello stesso commissario. L'inchiesta dei pm Mario Palazzi e Paolo Ielo trae spunto da un dossier firmato da Alfonso Sabella, già pm antimafia a Palermo e funzionario al ministero della Giustizia, che contestò il piano carceri, presentato da Sinesio alla
Camera il 21 novembre 2013, parlando di anomalie, costi gonfiati e dati alterati. I pm della capitale, che ipotizzano il falso e l'abuso d'ufficio, sospettano che Sinesio abbia tenuto nascosti alcuni atti anticipando le gare di appalto (e impedendo così alle altre ditte interessate di potervi partecipare) e abbia fatto in modo che alcuni dei lavori dati in appalto non superassero la soglia dei cinque milioni di euro, limite che secondo la normativa europea consente di affidare i lavori a più di una impresa. Quanto al filone corruttivo, le attenzioni degli inquirenti sono rivolte ai lavori effettuati presso le carceri di Voghera, Lodi e Frosinone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA