Lavori Pubblici

Istat: produzione nelle costruzioni giù del 6,2% nei primi 4 mesi

Mau.S.

Negativo anche l'indice corretto per effetti di calendario, ma ad aprile si ferma almeno la caduta mensile

Produzione nelle costruzioni in calo del 6,2 per cento nei primi quattro mesi dell'anno. Per l'Istat, che ha diffuso stamattina i dati sull'andamento congiunturale dell'attività dei cantieri la ripresa edilizia dunque è un traguardo tutto da raggiungere. Anche se un segnale in qualche modo "positivo" c'è e riguarda il fatto che ad aprile «l'indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni ha registrato una variazione nulla rispetto a marzo 2014». Come dire: non c'è stata una crescita, ma almeno nel confronto mese su mese si sarebbe fermata la tendenza al ribasso. Resta il fatto che allargando il confronto su base annua, anche aprile ritrova il segno negativo, con una caduta del 5% rispetto allo stesso mese del 2014.

Negativo anche l'andamento dell'indice corretto per gli effetti di calendario. «Nella media dei primi quattro mesi dell'anno - segnala il comunicato dell'istituto - la produzione nelle costruzioni è diminuita del 5,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente». L'indice grezzo, invece, segnala una caduta del 6,2 per cento.

«Questi dati dimostrano che il settore è ancora in affanno e dopo sette anni di crisi non riesce ad invertire la tendenza negativa - ha commentato il segretario di Filca Cisl Domenico Pesenti - Il calo del 5% su base annua richiede interventi seri ed urgenti, se si vuole fermare l'emorragia di posti di lavoro». Di contro ci sonole stime del Cresme, che prevede per il 2014 una crescita dello 0,2% rispetto al 2013, contro il -0,6% previsto 7 mesi fa, e questo grazie ai bonus fiscali . «Per questo motivo - ha continuato Pesenti - chiediamo al governo di mettere in pratica quanto chiediamo da tempo, non solo confermando questi strumenti, ma rendendoli strutturali e potenziandoli ulteriormente. In questo modo l'esecutivo non solo aiuterà la ripresa del settore, ma consentirà a molti cittadini di fare interventi utili e verdi sulle proprie abitazioni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA