Lavori Pubblici

'Ndrangheta, arresti a Catanzaro, controllo sull'edilizia sociale

La cosca della 'ndrangheta dei Cerra-Torcasio-Gualtieri si stava estendo e stava occupando gli
spazi lasciati liberi dopo i numerosi arresti compiuti nei mesi scorsi nei confronti dei loro rivali. È questo uno degli elementi che emerge dall'inchiesta della Dda di Catanzaro che ha portato all'arresto di 24 persone in Calabria e Toscana.
La cosca aveva il controllo su numerose attività tra le quali anche quella dell'edilizia sociale privata.

Il Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Vincenzo Antonio Lombardo, ha affermato che "l'operazione di stamane va vista in un quadro d'insieme con le inchieste dei mesi scorsi contro la cosca dei Giampà. Quella di Lamezia è una storia criminale di composizione e scomposizione continua dove una cosca si avvantaggia dei problemi dell'altra. E così finisce che vecchi alleati poi diventano nemici oppure si rimettono insieme ma l'unico obiettivo è sempre quello di avere il controllo assoluto degli affari illeciti".


© RIPRODUZIONE RISERVATA