Lavori Pubblici

Inchiesta Expo, Maltauro ammette i passaggi delle buste col denaro

Sono in corso, nel carcere milanese di Opera, gli interrogatori di garanzia degli arrestati
nell'inchiesta che coinvolge anche l'evento Expo. Da stamane, i pm Claudio Gittardi e Antonio D'Alessio e il gip Fabio Antezza stanno ascoltato i protagonisti della cosiddetta 'cupola degli appalti' attiva anche nel settore della sanita' lombarda. Da quanto emerge l'imprenditore vicentino Enrico Maltauro avrebbe fatto parziali ammissioni.
L'interrogatorio e' durato un'ora e mezza e l'imprenditore Maltauro avrebbe ammesso i fatti "nella loro materialita'" cosi' come sono stati contestati, ma si sarebbe riservato di chiarire la sua posizione in un interrogatorio davanti ai pm che avverra' nei prossimi giorni. Difeso dall'avvocato
Paolo Grasso, ha ricostruito la sua carriera professionale e i rapporti con alcuni degli arrestati.
Ora proseguono gli altri interrogatori.

Nei giorni scorsi sono finiti in manette Angelo Paris, manager di Expo 2015, l'ex parlamentare della Democrazia Cristiana Gianstefano Frigerio, l'ex parlamentare di Forza Italia Luigi Grillo, il 'compagno G' Primo Greganti storico esponente del Pci coinvolto in Mani Pulite e l'intermediario Sergio Catozzo. E' ai domiciliari invece Antonio Rognoni, ex dg di Infrastrutture Lombarde, gia' arrestato nelle scorse settimane nell'ambito di un'altra inchiesta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA