Lavori Pubblici

Grosseto-Fano: nasce la società, gara Ppp entro l'anno e contratto di disponibilità

Alessandro Arona

Siglato l'accordo tra Anas le Regioni Toscana, Umbria e Marche - Per completare l'opera servono 3,2 miliardi, al concessionario pedaggi, canone, defiscalizzazione e valorizzazioni immobiliari

Fra una decina di giorni la costituzione formale della società appaltante Anas-Regioni, nei prossimi mesi il completamento della progettazione preliminare e la definizione del piano economico-finanziario da porre a base di gara, e infine entro la fine dell'anno la publicazione del bando di gara per affidare la concessione in partenariato pubblico-privato.
Questo il calendario definito oggi per il completamento della superstrada Grosseto-Fano, al tavolo al ministero delle Infrastrutture nel quale l'Anas (che avrà il 55%) e le tre Regioni interessate (Toscana, Umbria e Marche) hano firmato l'accordo per la costituzione della società appaltante dell'opera. Il project financing allo studio dovrebbe prevedere uan serie di strumenti per garantire al privato la remunerazione dell'investimento (circa 3,2 miliardi per completare le superstrada): pedaggio, canone di disponibilità, defiscalizzazione, aumento dei diritti camerali per le imprese dei territori interessati e concessione di aree per sviluppi immobiliari/produttivi (questi due ultimi punti sul modello del Quadrilatero Marche-Umbria). Ma non ci saranno contributi pubblici diretti in conto capitale.

CLICCA QUI PER APPROFONDIRE


© RIPRODUZIONE RISERVATA