Lavori Pubblici

Cauzioni, general contractor senza crisi, soffrono le piccole imprese

Alessandro Lerbini

Un mercato dove continuano a crescere solo i grandi, mentre le piccole e medie imprese vanno avanti con grosse difficoltà. Un'altra conferma dell'andamento del settore dei lavori pubblici arriva da un "osservatorio privilegiato" della filiera edile, quello delle cauzioni. «I general contractor - afferma Giuseppe D'Avenio, direttore ramo cauzioni di Atradius Italia, tra le società leader nel settore dell'assicurazione del credito - non conoscono crisi. I nostri grandi clienti italiani sono cresciuti in questi anni. Lo stesso non si può dire per le società con dimensioni più piccole vitime dei mancati pagamenti della Pa, un argomento diventato critico anche per noi. Infatti, oltre a valutare la solidità dell'impresa, siamo costretti ad analizzare la situazione dell'ente appaltante».

Atradius è al fianco di tre raggrupamenti impegnati nel bando per la realizzazione del «Sottoattraversamento Isarco», una delle più importanti opere infrastrutturali del nostro Paese, ed elemento centrale della nuova linea ferroviaria del Brennero sull'asse Monaco-Verona (il lotto italiano vale 365 milioni).
Nello specifico Atradius, come società assicurativa garante, ha rilasciato la fideiussione provvisoria, la cui presentazione da parte delle imprese interessate è stata condizione per partecipare alla gara d'appalto.
Il valore della fideiussione provvisoria è pari a oltre 7 milioni, cioè al 2% dell'importo delle opere che saranno realizzate. Tale garanzia prevede anche l'impegno all'emissione di una polizza fideiussoria definitiva, in caso di aggiudicazione della gara. Il valore della polizza definitiva non è prefissato, ma variabile sulla base del ribasso d'offerta presentato, e comunque pari a un minimo del 10% del valore dell'opera (l'aggiudicazione avverrà non prima di sei-otto mesi). La durata presunta dei lavori è di 10 anni.

La complessità del progetto di realizzazione dell'opera, e i tempi lunghi di esecuzione previsti richiedono grandi capacità tecnico-organizzative da parte delle imprese esecutrici. Atradius ha voluto approfondire le peculiarità di questa complessa operazione con un lavoro di team, finalizzato a proporre ai propri clienti le soluzioni più idonee al caso di specie. Qui, la lunga durata dell'impegno che l'impresa e il suo garante assumono congiuntamente è da subito apparsa un elemento critico per il rilascio delle fideiussioni.

«Il significato della partecipazione di Atradius a questo progetto, e il fatto di essere al fianco di chi è impegnato nell'esecuzione di un'opera infrastrutturale così importante per l'Italia, conferma il nostro ruolo di facilitatori di business nel mercato dei lavori pubblici, che sappiamo essere volàno fondamentale per lo sviluppo del Paese - ha dichiarato D'Avenio -. La nostra capacità d'intervento è ampliata in tali settori chiave per le imprese italiane, attraverso l'offerta di una gamma completa di cauzioni in grado di coprire trasversalmente le esigenze di grandi, piccole e medie aziende con risposte concrete nell'attuale congiuntura economica sfavorevole».


© RIPRODUZIONE RISERVATA