Lavori Pubblici

Via libera al finanziamento di 71 milioni per il porto di Salerno

La Commissione europea ha ritenuto conforme alle norme comunitarie sugli aiuti di Stato il finanziamento di un progetto di investimenti pari a 71,1 milioni di euro, provenienti dai fondi regionali europei, da realizzare nel porto di Salerno. Il progetto promuoverà gli obiettivi di trasporto dell'Ue, recita un comunicato diffuso da Bruxelles, come la salvaguardia di un'ampia gamma di collegamenti marittimi integrati in Europa, senza falsare indebitamente la concorrenza nel mercato interno.
Nel febbraio 2014 l'Italia ha notificato, ai fini dell'approvazione nel quadro delle norme in materia di aiuti di Stato, la propria intenzione di finanziare un progetto dell'Autorità portuale finalizzato al miglioramento delle strutture esistenti del porto di Salerno mediante la concessione di sovvenzioni provenienti dai fondi regionali Ue.

L'investimento permetterà all'Autorità portuale di garantire l'ingresso in condizioni di sicurezza a navi di maggiori dimensioni ampliando l'imboccatura portuale, dragando il fondale marino e il canale di accesso al porto e prevede anche il consolidamento di parte di uno dei moli esistenti.
La Commissione ha concluso che l'investimento contribuirà a preservare un'ampia gamma di collegamenti marittimi integrati nell'Unione. Il finanziamento pubblico è necessario per incentivare l'autorità portuale a realizzare il progetto. Il progetto non può infatti essere fattibile senza un aiuto pubblico, dal momento che le entrate nette previste non coprono i costi di investimento. L'importo del finanziamento è limitato al minimo necessario per rendere possibile
l'investimento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA