Lavori Pubblici

Rizzani De Eccher, maxi ospedale ad Algeri per un miliardo di euro

A.A.

L'impresa di costruzione friulana vince la gara in cordata con l'Ospedale San Raffaele di Milano

La joint venture tra il gruppo di costruzioni friulano Rizzani De Eccher e Ospedale San Raffaele realizzerà il nuovo Policlinico di Algeri, la più importante struttura sanitaria del Paese con 700 posti letto. C'è riserbo sul valore della commessa ma da quanto si apprende sarebbe superiore a un miliardo di euro.

La joint venture italiana si è aggiudicata la più importante tra quattro commesse bandite dal
ministero della Salute algerino per la costruzione e la gestione di grandi policlinici universitari.
Rizzani de Eccher, gruppo della famiglia De Eccher da 600 milioni di fatturato e 3.800 dipendenti, incrementa così la sua presenza in Algeria, dove sta già lavorando a due importanti opere infrastrutturali: il primo tronco della ferrovia Oued Tlelat-Tlemcen e la costruzione di una delle autostrade all'interno del programma per agevolare la comunicazione tra la costa mediterranea e l'interno del Paese.
In questi giorni la Rizzani ha acquisito anche un contratto per il gruppo svizero Valartis per realizare a Mosca un edificio del valore di 13,5 milioni di euro.

L'aggiudicazione dell'appalto del nuovo policlinico rappresenta un riconoscimento anche per il San Raffaele: la struttura fondata da don Verzè, acquistata due anni fa da Velca, la holding della famiglia Rotelli, già proprietaria di 18 ospedali del gruppo San Donato, apporterà ad Algeri le proprie competenze gestionali e l'attività di formazione del personale algerino. La commessa nel paese nordafricano - viene rilevato - è un evento importante anche nella prospettiva della prossima apertura delle frontiere sanitarie europee.


© RIPRODUZIONE RISERVATA