Lavori Pubblici

Scuole e dissesto idrogeologico, via a struttura di missione: 5 miliardi da patto di stabilità e fondi Cipe

Massimo Frontera

Le misure approvate in Consiglio dei ministri su scuola e disseto del territorio

Un piano scuola da 3,5 miliardi di euro e possibilità di spesa di 1,5 milairdi per gli interventi a difesa del territorio, per un totale di spesa entro il 2014 di cinque miliardi di euro. Lo ha annunciato il premier Matteo Renzi nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi al termine del Consiglio dei ministri. «Dal primo aprile - ha aggiunto - ci sarà un'unità di missione per le scuole e sarà incentrata su palazzo Chigi», ha detto il premier. L'obiettivo, ha spiegato Renzi, «è rendere le scuole più sicure e rilanciare l'edilizia. I 3,5 miliardi vogliamo spenderli subito». Oltre a queste risorse, circa 1,6 miliardi saranno destinati alla tutela del territorio e al rischio idrogeologico, attuando interventi già programmati e finanziati con risorse cipe

L'unità di missione a Palazzo Chigi coordinata da Graziano Delrio
Il Consiglio dei ministri ha approvato un Dpcm che prevede l'«Istituzione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri di strutture di missione per il dissesto idrogeologico e per l'edilizia scolastica». Per quanto riguarda la scuola, la struttura voluta dal premier e che sarà incardinata a Palazzo Chigi - avrà nel sottosegretario alla presidenza, Graziano Delrio, il suo coordinatore politico.
Poi ci sarà un responsabile tecnico. Nell'unità di missione saranno presenti rappresentanti di tutte le amministrazioni che hanno titolarità di programmi che in passato hanno riguardato l'edilizia scolastica, a cominciare dai ministeri dell'Istruzione, Infrastrutture, includendo anche la protezione civile oltre a rappresentanti di Comuni Province e Regioni.

Scuole, oltre i limiti al patto di stabilità di Comuni e Province
Per finanziare gli interventi sulle scuole - e anche per contrastare il disseto idrogeologico - è stata scelta la strada della deroga al patto di stabilità. provvedimenti espressamente dedicati al rilancio dell'edilizia scolastica. Le misure volute da Renzi puntano a stimolare la realizzazione e la manutenzione delle scuole italiane. Lo sblocco complessivo della possibilità di spesa in conto capitale è stata concessa dal Mef per 5 miliardi di euro, di cui 3,5 per le scuole e 1,5 per interventi contro il dissesto idrogeologico.

Dissesto idrogeologico, attuazione alle risorse Cipe
Matteo Renzi ha annunciato oltre 1,5 miliardi di euro di fondi per la lotta al dissesto idrogeologico. «Ci sono 1 miliardo e 648 milioni pronti sul tema del dissesto idrogeologico», ha spiegato il premier nella conferenza stampa seguita al Cdm. «Abbiamo arrotondato a un miliardo è mezzo che è pronto. È già computato nel patto di stabilità. Questi soldi vanno spesi», ha sottolineato, «se ne occuperanno due unità di missione che sono pronte a partire dal primo aprile».
Le risorse vengono da interventi già approvati e finanziati in due delibere Cipe: numero 6/2012 e numero 6/2012.

Scarica l'ordine del giorno del consiglio dei ministri (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA