Lavori Pubblici

Ance: 5 miliardi bloccati, usarli per la sicurezza del territorio

«Mettere in sicurezza il territorio italiano fortemente compromesso dal dissesto idrogeologico è la prima manovra economica che il nuovo Governo deve fare. Piccole e medie opere che metterebbero al riparo i cittadini e darebbero lavoro, occupazione e crescita». È questo il messaggio che il presidente dell'Associazione nazionale costruttori, Paolo Buzzetti, rivolge al futuro esecutivo, ricordando che nelle casse degli enti locali sono bloccati 5 miliardi di euro.

«Credo che l'Europa ci debba ascoltare - continua Buzzetti - Nessuno può ostacolare l'allentamento del patto di stabilità per mettere in sicurezza scuole, fiumi, edifici pubblici: ci sono 5 miliardi di euro degli enti Locali bloccati dal patto di stabilità che con un po' di flessibilità a livello europeo si potrebbero utilizzare. Per non parlare poi del miliardo e mezzo di competenza dello Stato e mai speso».

«Abbiamo bisogno di questi interventi anche perché l'edilizia è l'unico motore in grado di rilanciare rapidamente l'economia interna», conclude Buzzetti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA