Lavori Pubblici

Fondo Italiano Investimenti, su 785 milioni stanziati solo il 4% alle costruzioni

In tre anni di attività, il Fondo Italiano di Investimento (FII), partecipato tra gli altri dal ministero dell'Economia e da Cassa depositi e prestiti, ha deliberato interventi per 785 milioni di euro.

Lo rende noto il ministero dell'Economia che oggi ha presentato il bilancio dell'attività dello strumento. Dei 785 milioni stanziati complessivamente, 360 milioni sono riferiti a investimenti diretti (37 deliberati di cui 33 già effettuati) e 425 milioni riguardano investimenti in fondi (21 deliberati di cui 18 già sottoscritti).

Il comparto che ha maggiormente beneficiato del sostegno del fondo è quello dei Beni di consumo, che ha assorbito il 21% degli investimenti, seguito dalla componentistica industriale (13%) e dai Servizi (11%). Le costruzioni hanno assorbito una quota del 4% (identica anche agli altri tre settori dell'energia, del biomedicale-farmaceutico e dell'automotive.

Il Fondo Italiano di Investimento, nato su iniziativa del Mef, è operativo dal 9 novembre 2010. Mira a supportare le imprese italiane piccole e medie, attraverso assunzione di partecipazioni dirette e investimenti indiretti in qualità di "fondo di fondi". Oltre al Mef e a Cdp, partecipano al Fondo anche Confindustria, Abi, Banca Monte dei Paschi di Siena, Intesa Sanpaolo, Istituto Centrale delle Banche Popolari, Unicredit.


© RIPRODUZIONE RISERVATA