Lavori Pubblici

Costruzioni, sofferenze bancarie a quota 30,8 miliardi (+38,3% in un anno)

Massimo Frontera

Si ricava dal bollettino statistico della Banca d'Italia. Trend in aumento anche per le attività immobiliari

Si ingrossa la massa di sofferenze bancarie che ruota intorno all'edilizia. Se a dicembre 2013 le sofferenze totali del sistema bancario hanno abbondantemente superato il tetto dei 155 miliardi (115,852), la componente rappresentata dal settore delle costruzioni ha sfondato il tetto dei 30 miliardi di euro. I dati si ricavano dall'ultimo supplemento al bollettino statistico di Bankitalia, diffuso il 10 febbraio.

In base alla fotografia scattata dai tecnici di Via Nazionale a dicembre scorso il monte sofferenze del settore costruzioni è arrivato esattamente a 30,818 miliardi, prevalentemente imputabile a società non finanziarie (20,107 miliardi) e in misura molto più ridotta a famiglie produttrici (2,711 miliardi).

C'è poi il settore delle attività immobiliari, che a dicembre 2013 ha visto arrivare il monte sofferenze a quota 13,531 miliardi di euro (di cui 13,244 a carico di società non finanziarie e per 288 milioni a carico di famiglie produttrici).

Complessivamente, questi 44,349 miliardi di euro di sofferenze legate all'immobiliare e alle costruzioni valgono il 36,5% del totale delle sofferenze cumulate dalle attività economiche indicate da banca d'Italia, pari a 121,624 miliardi di euro (a dicembre 2013).

Il trend delle sofferenze
Colpisce anche la velocità con la quale nell'ultimo anno sono aumentati i crediti problematici. Nel dicembre del 2012, la consistenza delle sofferenze era di 22,281 miliardi nel settore costruzioni e e di 9,473 miliardi nell'immobiliare. Esattamente un anno dopo, le costruzioni hanno visto un incremento di 8,537 miliardi (+38,3%) e l'immobiliare di poco più di 4 miliardi (+42,8%).

Il trend dei prestiti
Un andamento di segno opposto ha interessato i soldi concessi dalle banche ai settori delle costruzioni e dell'immobiliare. A dicembre 2012 le banche hanno concesso prestiti per 167,510 miliardi al settore costruzioni e 122,204 miliardi all'immobiliare. Un anno dopo, a dicembre 2013, i prestiti agli operatori delle costruzioni sono scesi a 159,860 miliardi (-4,6%) e quelli all'immobiliare a 119,065 miliardi (-2,6%)

Scarica il supplemento al bollettino statistico della Banca d'Italia n.8 del 10 febbraio 2014 (Dati al dicembre 2013) (link )

Scarica il supplemento al bollettino statistico della Banca d'Italia n.7 dell'8 febbraio 2013 (Dati al dicembre 2012) (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA