Lavori Pubblici

Calcestruzzo, indagine dell'Antitrust su 11 imprese del Friuli Venezia Giulia

Alessandro Lerbini

Un possibile cartello per controllare quote di mercato e prezzi. L'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha deciso di avviare un'istruttoria per verificare l'esistenza di una intesa restrittiva della concorrenza nel settore delle forniture di calcestruzzo in Friuli Venezia Giulia.

Secondo una segnalazione ricevuta dall'Autorità e ulteriori elementi a disposizione degli uffici, le società General Beton Triveneta, Calcestruzzi Zillo, Friulana Calcestruzzi, SuperBeton, Cobeton, Calcestruzzi, La Nuova Calcestruzzi, Calcestruzzi Trieste Nord Est, Concrete Nordest, Intermodale e Nord Est Logistica potrebbero avere concordato la ripartizione delle forniture di calcestruzzo quantomeno nell'ambito geografico delle province di Udine e Trieste.

L'obiettivo delle parti interessate dall'istruttoria potrebbe essere quello di mantenere invariate o, comunque, controllare le rispettive quote di mercato, fissando prezzi, condizioni contrattuali di vendita e ripartendosi i clienti finali. Da accertare anche un sistema di scambio di informazioni sensibili e un meccanismo di controllo e sanzione dei comportamenti devianti.

Il provvedimento è stato notificato il 30 gennaio alle parti nel corso di alcune ispezioni effettuate in collaborazione con il Gruppo Antitrust del Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza. Il procedimento si concluderà entro il 30 gennaio 2015.


© RIPRODUZIONE RISERVATA