Lavori Pubblici

Condotte America vince commessa stradale da 180 milioni in Florida

Alessandro Arona

Capofila (con il 33%) con imprese Usa dell'appalto da 243 milioni di dollari per la connessione con la Palmetto Expressway - Nelle ultime classifiche Condotte +30% di fatturato e due posizioni scalate.

Il Gruppo Condotte, capofila con la controllata Condotte America in associazione con due società statunitensi, si è aggiudicato una gara di appalto bandita dal Florida Department of Trasportation di Miami (Florida - USA) del valore di 243,637 milioni di dollari (circa 180 milioni di euro, di cui un terzo in carico a Condotte America) per la progettazione e realizzazione di una superstrada di circa 21 km tra la Strada Statale 826 Palmetto Expressway e la Strada Interstatale I-75. L'opera è composta da 16 km di strada a doppia carreggiata per senso di marcia e comprende la realizzazione di numerosi viadotti, oltre all'ammodernamento e ampliamento dei tratti contigui già esistenti. Il tempo di realizzazione è previsto in 1.175 giorni.

La società Condotte America opera con sede a Medley, Florida, dal 1987 (allora si chiamava Recchi America), attiva nella progettazione e costruzione di edifici e infrastrutture. La sezione 2 della Palmetto Expressway (commessa da 177 milioni di dollari, di cui ) è stata completata da Condotte America nel giugno 2012, mentre sono in corso i lavori sulla sezione 5 (588 milioni, di cui 188 di Condotte), partiti nel 2009 e il cui completamento è previsto nel novembre 2014. Ora si aggiunge la commessa per la connessione tra la Palmetto Expressway e la strada I-75, mentre un'altra commessa stradale, sempre in Florida, è stata ottenuta dalla società, per un valore di circa 30 milioni di euro, nell'aprile scorso.

L'acquisizione nel 2012 di Inso (dal Consorzio Etruria) ha fatto fare a Condotte d'Acqua (sede a Roma) il salto da un fatturato di 780 milioni nel 2011 (di cui il 39% all'estero) a un giro d'affari di 1.017 milioni nel 2012 (quota estera salita al 50%), salendo così dal sesto al quarto posto nella classifica per volume della produzione delle imprese italiane di costruzione. Il portafoglio ordini è salito da 3,85 a 5,262 miliardi di euro (di cui il 55% fuori Italia). La società chiude da anni i bilanci stabilmente in utile (nel 2012 utile netto cresciuto da 6,973 a 13,868 milioni di euro) e i suoi dipendenti sono saliti dai 1.907 del 2008 ai 2.292 del 2011 ai 4.767 di fine 2012.


© RIPRODUZIONE RISERVATA