Lavori Pubblici

Ronchi: Decreto Ilva nel Cdm di martedì 26

«La nuova bozza di decreto sta andando avanti e probabilmente ci sarà una proposta per il consiglio dei ministri di martedì». Lo ha detto il sub commissario al risanamento ambientale
dell'Ilva Edo Ronchi, a Radio 24. «I dati ambientali rilevati all'esterno dello stabilimento sono buoni - prosegue Ronchi -, ma permangono dei ritardi preoccupanti che derivano da due condizioni. Innanzitutto le procedure di autorizzazione ordinaria. Noi adesso siamo alla vigilia
dell'approvazione del piano ambientale, che prevede la realizzazione di una quarantina di opere importanti, alcune delle quali sono state già mandate all'autorizzazione, ma con le procedure ordinarie noi non stiamo nei tempi previsti dalla rimodulazione. Si deve provare a intervenire per decreto, altrimenti non ci si può chiedere di correre con le gambe legate, all'Ilva si é accumulato un ritardo decennale».

Per Ronchi «potremmo fare di più se le risorse dei sequestri della famiglia Riva fossero destinate all'effettivo risanamento». «La magistratura - aggiunge - ha individuato dei patrimoni che sono stati posti sotto sequestro e che sarebbe bene fossero utilizzati per il risanamento ambientale. Ciò non è successo, perché io francamente non lo so, penso che le norme non siano chiare, non siano sufficienti e che bisogna affrontare e approfondire questo problema nel decreto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA