Lavori Pubblici

Rottura sindacati-imprese: sciopero il 13 dicembre

Sciopero generale di otto ore il 13 dicembre, con modalità da definire a livello regionale e con quattro manifestazioni di carattere nazionale, a Milano, Roma, Napoli e Palermo. I sindacati rompono la tregua e fanno saltare il tavolo della trattativa per il rinnovo del contratto nazionale dell'edilizia. Lo hanno annunciato le delegazioni nazionali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil al termine dell'incontro odierno con Ance e Coop.

«Dopo 11 mesi di confronto con Ance e Coop, nel corso dei quali si è tentato di costruire un progetto di riorganizzazione del sistema bilaterale, registrando qualche faticoso avanzamento, - si legge in una nota - nell'incontro di oggi le controparti imprenditoriali hanno sostanzialmente rimesso in discussione la soluzione ipotizzata nel precedente incontro per mettere in sicurezza l'Anzianità professionale edile (Ape). Cosa ancora più grave è che le imprese rispondano alle richieste contenute in piattaforma sulla parte salariale con una proposta inaccettabile e provocatoria, dichiarando che non c'è disponibilità a definire alcun aumento contrattuale». Per le tre sigle «nessuna crisi può giustificare l'azzeramento del ruolo del Ccnl, né tantomeno può essere usata per scaricarne il costo sui lavoratori».


© RIPRODUZIONE RISERVATA