Lavori Pubblici

Accordo Unicredit-Confindustria alberghi: 300 milioni per le ristrutturazioni

L'Associazione Italiana Confindustria Alberghi ha sottoscritto un accordo con UniCredit per il finanziamento di ristrutturazioni e riqualificazioni di strutture ricettive. L'intesa consente a UniCredit di stanziare un plafond complessivo di 300 milioni di euro per la concessione di finanziamenti studiati appositamente per le esigenze degli operatori del settore (taglio massimo di 3 milioni di euro, rimborso in linea con la stagionalità) per ampliare, costruire, acquistare, ammodernare strutture alberghiere, rinnovarne le attrezzature e gli arredamenti, rimuovere le barriere architettoniche, sistemare gli impianti e adeguare i materiali alle normative più recenti.

«UniCredit ha appositamente sviluppato un prodotto finanziario dedicato – ha spiegato Alessandro Cataldo, Deputy Country Chairman e Responsabile del Corporate Banking in Italia - capace di "leggere" in modo competente l'investimento alberghiero e di sostenere anche interventi di medio lungo periodo, per superare l'attuale criticità e debolezza di risorse determinata da cinque anni di grave crisi economica. Il finanziamento si caratterizza per una durata che può arrivare fino a 22 anni (di cui 2 di preammortamento) e per l'attenzione al piano industriale».

L'istruttoria della banca, infatti, sulla base di una metodologia di analisi condivisa, terrà anche conto di una valutazione dell'investimento secondo le logiche specifiche del settore. A questo scopo alle informazioni richieste dall'istituto bancario, va ad aggiungersi uno specifico set di dati che permette di valutare l'investimento tenendo conto delle dinamiche dell'industria turistica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA