Lavori Pubblici

Istat: produzione edilizia giù dell'11,2% nel 2013, lieve ripresa nel terzo trimestre

Mauro Salerno

Bilancio negativo nei primi nove mesi, ma tra luglio e settembre l'attività nei cantieri ha fatto segnare un aumento dell'1,6% rispetto al trimestre precedente

L'11,2 per cento in meno che nel 2012. È l'andamento della produzione nelle costruzioni certificato dall'Istat nei primi nove mesi dell'anno. Il dato che dà conto ancora una volta della crisi di attività nei cantieri è stato appena diffuso dall'istituto nazionale di statistica, insieme a un lungo elenco di altri numeri negativi solo parzialmente stemperati da un accenno di ripresa registrato nei mesi estivi. ma andiamo ai numeri.

Il bollettino Istat fa riferimento ai dati raccolti da ultimo a settembre 2013. Del bilancio dei nove mesi abbiamo già detto. Il crollo della produzione rispetto a un 2012 già pesantemente penalizzato dalla flessione dell'attività è stato dell'11,2 per cento.

Limitando l'analisi al solo mese di settembre, si scopre poi che l'indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni è diminuito, rispetto ad agosto 2013, dell'1,8%. L'indice corretto per gli effetti di calendario è invece diminuito in termini tendenziali del 6,1% (i giorni lavorativi sono stati 21 contro i 20 di settembre 2012); mentre l'indice grezzo ha segnato un calo tendenziale del 2,8% rispetto allo stesso mese del 2012.

Come detto però c''è una nota positiva. È il dato riferito all'andamento congiunturale del terzo trimestre dell'anno. Tra luglio è settembre, segnalano gli esperti dell'istituto di statistica, l'attività nei cantieri ha fatto segnare un aumento dell'1,6% rispetto al trimestre precedente. È ancora presto ovviamente per parlare di inversione di tendenza. Ma nel pieno della crisi anche un piccolo segnale positivo forse merita la sottolineatura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA