Lavori Pubblici

Scuole, assegnati i 150 milioni per mettere subito in sicurezza gli edifici

Massimo Frontera

Il ministro dell'Istruzione Maria Grazia Carrozza ha firmato il decreto che assegna i fondi per progetti immediatamente cantierabili . Lo confermano fonti di Viale Trastevere

Il ministro dell'Istruzione Maria Grazia Carrozza ha firmato il decreto che assegna 150 milioni di euro per progetti immediatamente cantierabili per la messa in sicurezza delle scuole. Lo confermano fonti di Viale Trastevere.

Si tratta dei fondi concessi da cosiddetto decreto Fare, che ha previsto un timing serrato. I Comuni dovevano inviare i progetti entro il 15 settembre alle Regioni, e queste inviare una graduatoria al Miur entro il 15 ottobre. L'opportunità ha scatenato una valanga di richieste dal territorio, con l'invio di progetti per un finanziamento richiesto di oltre un miliardo di euro chiesto dai Comuni, come emerso da un'inchiesta di «Edilizia e Territorio».

I fondi statali quindi hanno dato una risposta parziale al gap di manutenzione strutturale ed edilizia di cui soffre il patrimonio di edilizia scolastica. I comuni dovranno mandare il gara il progetto entro il febbraio 2014.

La valanga di richieste conferma la sproporzione tra risorse e fabbisogno. L'opportunità contenuta dal decreto "fare" (n. 69/2013, articolo 18, commi 8 bis-8 septies) è stata fortemente voluta dal ministro Carrozza, che però ha imposto tappe serrate e un'estensione limitata ai progetti esecutivi pronti. Nonostante questi elementi selettivi, la domanda è stata comunque elevatissima.

Le Regioni sono state sommerse dalle richieste, e hanno attivato task force per istruire le istanze pervenute dal territorio. Un lavoro che ha messo a dura prova le strutture tecniche regionali, colte anch'esse di sorpresa dalla mole di iniziative da valutare in breve tempo.

Ora l'iniziativa torna agli enti locali individuati dalla graduatoria allegata al decreto del Miur. Tra gli adempimenti attesi c'è poi il Dpcm che affiderà a sindaci e presidenti di Provincia i poteri commissariali per realizzare gli interventi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA