Lavori Pubblici

Costi standard, forti differenze anche nella spesa per infrastrutture

La definizione dei costi standard per le Regioni «è più facile a dirsi che a farsi, la Commissione preposta non ha cavato un ragno dal buco, anche per le resistenze della politica». Lo afferma il presidente designato della Corte dei Conti, Raffaele Squitieri, in audizione in Senato sulla Legge di stabilità.
«Non é più concepibile la diversità dei costi sostenuti nelle diverse Regioni - spiega la Corte dei Conti -, ma bisogna trovare una graduazione, anche perché ci sono macroscopiche, insopportabili differenze tra le diverse aree del Paese, dovute tra le altre cose anche alle diversità
nelle spese dei trasporti e nelle infrastrutture». Squitieri ha poi aggiunto di essere «un pò pessimista» sulla possibilità di raggiungere un risultato in tal senso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA