Lavori Pubblici

Pompei, controlli antimafia sui lavori nell'area archeologica

Accesso del personale del Centro operativo della Direzione investigativa antimafia di Napoli, di carabinieri, Guardia di Finanza, polizia e componenti del Gruppo interforze costituito presso la Prefettura di Napoli, nell'area archeologica di Pompei. Un'ispezione ai fini antimafia. Controllati, in particolare, i cantieri presenti in tre siti: la Casa delle Pareti Rosse, quella di Sirico e del Marinaio. Durante l'attività ispettiva sono state sottoposte a controlli anche 20 persone e due società.

I cantieri riguardano le opere di restauro del patrimonio archeologico di Pompei, denominato il Grande Progetto Pompei, valutato positivamente dall'Unione Europea che ha disposto il finanziamento di 105 milioni di euro volti alla realizzazione di mirati interventi nell'area degli Scavi.

Il Gruppo interforze, istituito presso la Prefettura di Napoli, sta svolgendo particolare attenzione alle opere di restauro per scongiurare possibili condizionamenti da parte della criminalità organizzata e agisce in virtù di un decreto emesso dal prefetto partenopeo, Francesco Musolino, proprio per evitare eventuali tentativi di infiltrazione di stampo camorristico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA