Lavori Pubblici

Roma, fumata bianca su Metro C: riavvio cantieri entro il 10 settembre

«Nella giornata odierna Roma Metropolitane (Comune di Roma, ndr) e Metro C Spa (le imprese general contractor, guidate da Astaldi, ndr) si sono incontrate e hanno individuato i contenuti di
una possibile intesa sul nuovo programma dei lavori e sul superamento delle attuali criticità che hanno portato alla chiusura dei +cantieri della linea metropolitana. In relazione a tale situazione, Metro C si è dichiarata disponibile alla riapertura dei cantieri, convenendo entrambe le parti che la finalizzazione e l'efficacia dell'intesa dovrà necessariamente intervenire entro il prossimo 10 settembre». Lo ha detto il sindaco di roma, Ignazio Marino, al termine dell'odierna riunione
di giunta, leggendo il verbale congiunto sottoscritto dall'assessore ai trasporti, Guido Improta, a nome dell'amministrazione comunale, al termine dell'incontro di oggi con Roma Metropolitane e Consorzio Metro C.
«'E' stato fissato per la giornata di mercoledì' 4 settembre - ha aggiunto Marino - un incontro presso il ministero delle Infrastrutture con tutti i soggetti finanziatori dell'opera per
condividere i contenuto dell'intesa».

«I tempi che probabilmente verranno indicati nella riunione con il ministero - ha aggiunto Marino .- possiamo informalmente già annunciare, saranno di consegna, e quindi con passeggeri che
potranno utilizzare la metropolitana, per la tratta fino alla fermata Lodi, nel settembre del 2014, e per San Giovanni nell'inverno del 2015».

«Questa é una novità che siamo orgogliosi di introdurre: si va in casa del principale ente
finanziatore, che é il ministero delle infrastrutture, e ognuno si assume la propria responsabilità con la firma di un nuovo accordo che indichi dei tempi precisi di consegna. Stiamo finalmente arrivando in quel territorio che auspicavamo: chiarezza di tempi, costi e programmi per i cittadini e per roma». Così il sindaco di Roma, Ignazio Marino, in merito all'intesa raggiunta oggi tra il consorzio Metro C e Roma Metropolitane.

«Siamo soddisfatti - ha aggiunto l'assessore ai Trasporti di Roma Capitale, Guido Improta, perché é stato premiato il metodo di confronto chiaro e leale. Con il sindaco abbiamo ritenuto doveroso per un'amministrazione doversi assumere delle responsabilità, entrare nel merito delle questioni, non accettare una logica di scaricabile che finisce col penalizzare le imprese e i cittadini, oltre ad arrecare un danno economico ai bilanci delle pubbliche amministrazioni».
«Abbiamo quindi utilizzato queste poche settimane - ha spiegato Improta- per fare un approfondimento molto rigoroso confrontandoci con altri importanti organi dello stato, come per
esempio l'avvocatura, andare a recuperare la giurisprudenza della Corte dei conti e fare quindi tutta quella serie di attività per cui forse alla passata amministrazione era mancato il tempo o
forse, anzi sicuramente, la volontà, ma che noi - ha concluso l'assessore- abbiamo ritenuto di dover compiere».
Clicca qui per la vicenda


© RIPRODUZIONE RISERVATA